agenzia-garau-centotrentuno

Cagliari-Venezia, il doppio ex De Patre: “I rossoblù devono essere più propositivi”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Abbiamo fatto una chiacchierata con l’ex centrocampista del Cagliari e del Venezia Tiziano De Patre in vista del proprio prossimo impegno casalingo dei rossoblù contro i veneti, scoprendo qualche episodio del suo passato da calciatore e il suo pensiero sui club attuali.

È stato ex sia del Cagliari che del Venezia. Quali sono i ricordi migliori legati a queste due squadre?
“Ho bellissimi ricordi sia di Cagliari che di Venezia. A Venezia son stato solo un anno, ma è stata una stagione molto positiva. Arrivai in B con il presidente Zamparini. La squadra era in zona retrocessione ma riuscimmo a salvarci, anche grazie al mio gol contro l’Avellino l’ultima di campionato. Cagliari è sempre rimasta nel mio cuore. Son stati anni bellissimi, credo i più belli della mia carriera, davvero indimenticabili”.

L’inizio di campionato per il Cagliari è stato un po’ burrascoso, tanto da arrivare alla scelta del cambio di allenatore. Cosa pensa abbia sbagliato Semplici e cosa invece può dare Mazzarri a questo Cagliari?
“Sicuramente nessuno si aspettava un inizio così difficile. La squadra è sicuramente competitiva. Io non so i motivi del perché non stia girando bene. Purtroppo quando le cose vanno male, è sempre l’allenatore che paga e Semplici ne ha fatto le spese. Adesso è arrivato Mazzarri che è sicuramente un allenatore molto esperto e che darà un’impronta diversa alla squadra. Ho visto la partita contro il Napoli e credo che bisogna essere più propositivi, Mazzarri avrà da lavorare. Con la sua esperienza spero possa invertire la rotta ed esprimere un calcio migliore”.

Quale potrebbe essere il giocatore sorpresa sia del Cagliari che del Venezia?
“Il Venezia ha diversi giocatori interessanti ed è una squadra molto competitiva. Lo ha dimostrato anche contro il Torino. Uno dei giocatori che mi ha sorpreso di più è Okereke, ma mi piace anche Johnsen. Per quanto riguarda il Cagliari credo che Joao Pedro abbia qualcosina in più degli altri, anche se quest’anno vedo molto bene anche Deiola. Spero che possa essere veramente l’anno della sua consacrazione”.

Venerdì alla Unipol Domus si giocherà proprio Cagliari-Venezia, che gara si aspetta?
“Mi aspetto una gara diversa da quelle giocate fino ad ora dal Cagliari. Non sarà una partita facile, anche perché il Venezia vincendo ad Empoli ha dimostrato di essere una squadra molto compatta e competitiva. Il Cagliari però deve assolutamente cominciare ad essere più propositivo, perché ha le qualità e le capacità di imporre il proprio gioco. L’Unipol Domus deve tornare ad essere un fortino inespugnabile, è fondamentale”.

Elena Accardi

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti