Querelle Carli, la nostra rettifica

NOTA DELLA REDAZIONE

Nelle ultime ore hanno fatto discutere (tanto) le dichiarazioni in conferenza stampa dell’ex direttore sportivo del Cagliari, Marcello Carli, da pochi giorni al Parma: a causa di una frase travisata – riportata in modo incompleto da una testata nazionale, in ogni caso doverosamente citata – “A Cagliari poteva andare solo uno stupido come me” (diventata il titolo del nostro articolo) si è scatenata una ridda di discussioni, commenti (a volte anche insulti) nei confronti del povero Carli, accusato ingiustamente da più parti. Per come avevamo conosciuto Carli, queste dichiarazioni ci sono sembrate del tutto fuori luogo. Siamo quindi andati a recuperare il video integrale della conferenza, dalla quale si evince la frase completa (e contestualizzata): “A Empoli eravamo falliti, a Cagliari, con la squadra quasi retrocessa, solo uno stupido come me poteva andarci, figuriamoci qui a Parma, una situazione ottima, società seria, un ambiente straordinario con una tifoseria sana e bella”.

ABBIAMO SBAGLIATO.

Lo scriviamo in maiuscolo, per sottolineare l’errore. Ovviamente, non essendo fisicamente presenti alla conferenza, ci siamo “fidati” del testo riportato da una testata seria e assolutamente attendibile: ci siamo scusati in anticipo con il direttore, ora ci scusiamo anche con voi lettori. Ma ci sembrava doveroso andare oltre, dando la possibilità a Carli di dimostrare, una volta di più, il suo affetto per la piazza cagliaritana, al di là della fine del rapporto di lavoro tra lui e il club rossoblù: per questo motivo, vi proponiamo l’intervista realizzata dal nostro Roberto Pinna. Non è mai bello sbagliare, ma è doveroso chiedere scusa quando lo si fa: sia per rispetto delle persone coinvolte, sia per i lettori, sia per la nostra coscienza.

La redazione di Centotrentuno.com

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Bruno
Bruno
27/08/2020 01:11

A me Carli piaceva.
Ho visto in lui capacità e passione.
Ha portato a Cagliari Rog Nandez e Nainggolan e poi ha messo tanta passione.
Ricordo il modo con cui difese il Cagliari in occasione di un Napoli Cagliari perdo per errore arbitrale.
È vero c’è stato anche qualche errore come Paoloschi e qualche altro ma complessivamente ha fatto in lavoro più che positivo.
Pensiamo anche alla squadra PRIMAVERA.
Gli auguro buona fortuna e altrettanto faccio al nuovo da.
Auguri ❤️💙

Francesco Nonnis
Francesco Nonnis
26/08/2020 14:44

Vi fa onore. Sembrava assurdo che Carli offendesse così la società. È vero: venne a Cagliari in un momentaccio, ma fu decisivo il suo intervento nelle ultime giornate, compattò la squadra richiamandola alle sue responsabilità dopo la sconfitta con la Samp, e nelle ultime tre giornate conquistammo una salvezza per i più insperata. Altra sua perla, l’acquisto di Rog.

Maurizio
Maurizio
26/08/2020 13:55

L’articolo e la rettifica rendono onore a Carli e anche al vostro lavoro. Complimenti.

efisio
efisio
26/08/2020 11:56

Con la rettifica, resetto la mia opinione espressa sulla fake new attribuita a Carli. La redazione però rifletta su questa vicenda e faccia più attenzione in futuro: le scuse su questi “errori” sono macchie indelebili che non si dimenticano e malvolentieri si accettano.

Albe
Albe
In risposta a  efisio
26/08/2020 14:03

Meglio sbagliare e non ammetterlo quindi? Oppure escludiamo la possibilità di sbagliare?

Lapo 66
Lapo 66
26/08/2020 10:23

In effetti su altri siti avevo letto quella frase contestualizzata e mi era parso ovvio che era stata usata per catalizzare i lettori… quindi, bravi no… bravini!

Enrico Scanu
Enrico Scanu
26/08/2020 10:17

bravi.

Andrea
Andrea
26/08/2020 00:14

Bene! Meglio così 😃 buona fortuna Carli 😊

Sergio
Sergio
26/08/2020 00:01

Che strano, ogni volta che esce una dichiarazione piccante, sia in campo sportivo, politico e quant’altro, arriva puntualmente la smentita, con la classica frase fatta, son stato travisato ecc ecc…… Mai uno con le palle che conferma ciò che dice in prima battuta……quanta ipocrisia eh vabbe

Roberto
Roberto
25/08/2020 22:12

…siete giornalisti dilettanti 2 volte… i professionisti non chiedono scusa, i professionisti rettificano solo se costretti da qualche giudice… carli non era preoccupato!!!!

LUCIO CABRIOLU
LUCIO CABRIOLU
25/08/2020 21:38

Io ho capito subito quello che intendeva Carli,infatti non ho fatto nessuna obiezione..Lui voleva dire che solo un matto come lui poteva dirigere una squadra sull’orlo della serie B.Non gli do’ tordo.Ha dimostrato di essere attaccato ai colori ❤️💙 e ai sardi,poi è normale che il calcio combini i distacchi…Buon Tutto Carli.

Mimmo
Mimmo
25/08/2020 21:29

Brava redazione. Quando si è seri non costa niente ammettere un proprio errore, anzi, il riconoscerlo ne aumenta la serietà. Errore peraltro commesso in buona fede.