agenzia-garau-centotrentuno
vitali-bamberg-dinamo-centotrentuno

Dinamo, riecco a Sassari Michele Vitali: “Non escludo di tornare un giorno”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Non gioca nell’ultima sfida di Champions contro la Dinamo, perché ha uno stiramento al muscolo iliopsoas ancora da valutare. Ma Michele Vitali ha fatto di tutto per essere tra i dieci giocatori a referto di Bamberg per questa partita senza posta in palio, tornare a Sassari e riabbracciare la città e gli ex compagni. “Non escludo di tornare un giorno”, ha detto in una video-intervista a Centotrentuno.com.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Tantissimi tifosi hanno ancora l’amaro in bocca perché non possono vederlo più in quintetto al fianco di Spissu, a parte quando guardano in TV la Nazionale. Altrettanti osservatori si chiedono perché Michele Vitali se ne sia andato dopo un’annata eccellente con la maglia della Dinamo, anche se interrotta dalla pandemia. La guardia di Bamberg glissa a riguardo: “Avevo il contratto di un solo anno. L’arrivo del Covid ha stravolto i programmi di tutti, in quel momento con la società stavo discutendo sul futuro, ma poi abbiamo deciso di prendere strade diverse pur mantenendo un rapporto splendido”. Sta di fatto che, dopo aver salutato i suoi ex compagni la settimana scorsa in Germania sarebbe potuto restare a casa, a riposare, visto che è fermo a causa di uno stiramento. Ma ha fatto di tutto per esserci: “Fin dall’arrivo all’aeroporto è stato emozionante. Purtroppo dopo la partita non potrò trattenermi con perché avremo subito il charter”.

L’INTERVISTA COMPLETA 

Centotrentuno.com ha intervistato Michele Vitali all’hotel Marini, a due passi dal PalaSerradimigni. Abbiamo parlato del boom del campionato tedesco, con la qualificazione del Bayern ai playoff di Eurolega e la crescita di Fontecchio (Alba Berlino), Flaccadori e Grant (Bayern), ma anche di Nazionale e del Preolimpico di Belgrado, e naturalmente del momento della Dinamo: “Sono sicuro che la Dinamo si rialzerà, è normale aver avuto una flessione dopo un periodo di quarantena. Il Poz, Boccolini e lo staff medico sono una garanzia e non ho dubbi sulla prosecuzione del campionato”. E poi c’è quella porta ancora aperta per un eventuale ritorno: “Non posso escluderlo perché qua io e la mia compagna siamo stati molto bene, ho vissuto tante emozioni. Dal mio punto di vista Sassari è un’ottima piazza per investire nel proprio futuro. Si gioca davanti a un calore immenso”.

Nicola Accardo

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna