Eimantas Bendzius | Foto Luigi Canu

Dinamo Sassari: Benzdius risponde presente, serataccia Bilan e Spissu

La Dinamo Sassari cede 78-81 alla Vuelle Pesaro nell’ultima partita del Girone D della Supercoppa; i nostri giudizi sulla partita dei biancoblù.

Bilan 5 – Cain riesce a imbrigliarlo con una certa facilità per larghi tratti e raramente prende spazio anche quando questo è limitato dai quattro falli; c’è da dire che i compagni, soprattutto nella prima parte, lo cercano meno rispetto ad altre occasioni.

Bendzius 7 – La nota più positiva della serata; è lui a suonare la carica in più di un’occasione, anche quando all’inizio del quarto finale la Dinamo sembrava poter scappare via. Chiude con 17 punti e  4 assist, ma tante altre buone cose che nel tabellino non compaiono.

Burnell 6,5 – A tratti fa quel che vuole, ma ogni tanto esce dalla partita; è comunque molto utile e in palla lungo il corso della gara vicino alla canestro, peccato per quell’antisportivo ingenuo che ha compromesso le speranze di rimonta biancoblù.

Spissu 4,5 – Se c’era da fare un passaggio a vuoto meglio sia arrivato oggi: se non si considera il finale di primo quarto non riesce mai ad incidere e soffre terribilmente il furetto Robinson.

Kruslin 5 – Pochi, pochissimi squilli ma utile in difesa: Filip, ancora non ci siamo…

Pusica 5,5 – Non è di certo quello della gara di andata, ma tra i tre esterni è quello che fa meno peggio.

Devecchi 5,5 – Pochi palloni giocabili in attacco, senza incidere come suo solito nella metà campo difensiva.

Gentile n.e. 

Tillman 6,5 – Pozzecco lo usa ancora giustamente col contagocce, ma anche in una partita vera dimostra di essere un’arma che sarà importantissima per la futura Dinamo. Mette in un amen 15 punti rendendosi pericoloso lontano e vicino al canestro, ma è un po’ confusionario in difesa. Prestazione comunque più che sufficiente per un giocatore che, a detta del coach, non avrebbe dovuto nemmeno giocare in queste prime uscite.

Treier n.e.

Re n.e.

Martis n.e. 

Pozzecco 6 – La squadra forse oggi ha sofferto un po’ di stanchezza e quel leggero relax dovuto all’ampio margine di vantaggio per poter passare il turno: coach e staff sapranno dare la scossa in questi giorni che ci separano dalla Final Four.

Matteo Porcu

 

 

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti