agenzia-garau-centotrentuno

E se Farias restasse (anche stavolta)?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sempre più intricata la situazione del brasiliano: e se rimanesse al Cagliari?

Va al Bologna. Macché, è già del Sassuolo. Di sicuro lascia Cagliari. Quante volte, in questi giorni, avete letto o sentito queste parole collegate al destino di Diego Farias? Domenica sera, dopo il provvidenziale 2-2 segnato in extremis contro l’Empoli, per tutti i giornalisti presenti in tribuna stampa quella del numero 17 rossoblù era l’ultima gara della sua esperienza in Sardegna. Il gol dell’addio, il canto del cigno, il modo più dolce di salutarsi. Destinato a un altro rossoblù, quello del Bologna di Pippo Inzaghi, impegnato in una massiccia campagna di rafforzamento per evitare la retrocessione in Serie B. Farias è (o era?) al centro di uno scambio alla pari con l’omonimo Falcinelli: una seconda punta via per una prima, certamente duttile, convincente nella massima serie soltanto a Crotone (36 presenze e 13 reti nel 2016-17) e reduce da un periodo poco proficuo tra Sassuolo, Fiorentina e Bologna (2 reti, entrambe segnate con i neroverdi emiliani).

Chissà, forse anche queste statistiche potrebbero aver fatto scemare l’interesse del Cagliari per l’attaccante umbro, provocando imbarazzo e fastidio nella dirigenza felsinea. “Mai rinforzare una diretta concorrente” sembra peraltro essere il mantra in via Mameli, che vorrebbe mantenere questa linea anche con Cigarini. Tanto che potrebbe esserci di nuovo il Sassuolo nel destino di Farias, che già vestì quella maglia prima di arrivare in Sardegna e che, proprio un anno fa, fu vicinissimo a indossare nuovamente. Era già tutto fatto per la partenza di Politano verso Napoli, con il Mago di Sorocaba pronto a prenderne il posto nell’attacco neroverde, ma il rifiuto dell’attuale ala dell’Inter bloccò tutto. Così Farias restò a Cagliari, inizialmente da separato in casa, rispolverato quasi forzatamente da Diego Lopez per la corsa salvezza. In estate zero offerte per il brasiliano, con Maran che disse in più di un’occasione di volerlo valutare con i suoi occhi prima di avallare l’eventuale cessione. Senza considerare che al termine di Cagliari-Empoli lo stesso tecnico rossoblù ha ribadito il suo pensiero: “Si stanno facendo delle valutazioni. Finché è qui è un giocatore importante e l’ho sempre dimostrato schierandolo”. 

Ecco perché, alla luce di tutte queste valutazioni, non ci si dovrebbe stupire se, alla fine, Farias restasse – ancora una volta – a Cagliari. Contratto in essere fino al 2021, valore stimato oltre i 6 milioni di euro, la società rossoblù vorrebbe monetizzare dalla cessione del brasiliano. Ma, secondo radiomercato, nessuno è disposto a trattare su quelle cifre. A meno che il Sassuolo, che ha appena ceduto Boateng al Barcellona, non voglia investire qualche soldino sul cartellino del Mago, che a breve acquisirà la cittadinanza italiana.

Francesco Aresu