Non ha vinto la Lega

Lega e Salvini hanno davvero sbancato alle elezioni regionali sarde? La lettura di Oliviero Addis.

La Lega ha preso l’11%, in Abruzzo due settimane fa aveva preso il 28%. In Sardegna il Carroccio ha preso meno voti del PD, che è stato invece il primo partito. Non a caso al Nazareno sono molto soddisfatti e sapevano bene, Zedda in primis, che fosse impossibile battere tutta la coalizione di centrodestra. Il risultato per loro è stato comunque positivo, viste le premesse e l’attuale situazione del centrosinistra italiano. Inoltre hanno battuto i 5Stelle, i veri sconfitti di questa tornata elettorale. Gli altri sconfitti sono le tre forze del polo indipendentista, ma su questo ci sarebbe (e ci sarà) ancora una volta da fare un discorso a parte.

Non è sbagliato sorprendersi per il risultato ottenuto dal Psd’az, vero vincitore di questa tornata. Anche se in pochi ne hanno parlato, impegnati com’erano a indignarsi per le ultime gesta social del Capitano Salvini. Il Partito Sardo d’Azione, con il 10%, è il secondo partito della coalizione di centrodestra, il terzo (TERZO!) partito più votato in assoluto (prima di M5S e Forza Italia, per dire) e si dimostra decisivo. Perché avevano già il candidato presidente, ma grazie all’ottimo risultato avranno un’importante voce in capitolo anche nella scelta degli assessori. Lecito era anche attendersi un risultato molto più squilibrato in favore della Lega, visto anche il totale oscuramento mediatico di Salvini ai danni di Solinas durante la campagna elettorale. Evidentemente Solinas ha lavorato nei sotterranei, coi candidati giusti nei posti giusti, alla democristiana maniera. Probabilmente in tanti l’avevano sottovalutato. E se l’avesse sottovalutato anche Salvini?

Tutto questo significa che la Lega non ha vinto un bel nulla. Certo, ha fatto un ottimo risultato, ma non così schiacciante come loro stessi si aspettavano. Se la vittoria del centrodestra era scontata, certamente altisonante sarebbe stato uno sbilanciamento in favore della Lega all’interno della coalizione, ma così non è stato.

In un momento cruciale a livello di equilibri politici italiani, anche in ottica elezioni europee, Salvini ha tutto l’interesse a far passare come schiacciante la sua (letteralmente) vittoria nell’isola, nonostante non sia assolutamente vero. Un dato sul quale i sardi dovrebbero ragionare facendolo notare, all’attuale ministro dell’Interno, visto che la Lega a questo giro ha diminuito i suoi voti rispetto a quelli che aveva preso alle politiche del 4 marzo. Insomma, lo scandalo dei sardi al grido di la Lega e Salvini hanno vinto in Sardegna è quantomeno fuori luogo, se non controproducente per chi intende far battaglia.

Meglio concentrarsi, allora, sul momento in cui verrà ufficializzata la Giunta. E su cosa (chi? come?) occorrerà fare per andare oltre e migliorare quanto fatto dall’uscente gestione Pigliaru nei precedenti 5 anni.

Oliviero Addis

Sponsorizzati