Filotto Dinamo, va ai playoff | LE PAGELLE

Una Dinamo solida e sempre in controllo sbanca anche Trieste e si assicura i playoff Scudetto, cesellando al meglio una settimana iniziata con la rimonta su Brescia e proseguita con il trionfo di Wurzburg.

Serata da tutto esaurito all’Allianz Dome di Trieste dove i padroni di casa dell’Alma e la Dinamo Sassari si giocano il pass per i playoff. Il Banco reduce dalla sbornia di Wurzburg e con in tasca il primo trionfo europeo è orfano di Tyrus McGee, bloccato da problemi muscolari. Come in Germania a partire forte è Pierre con varie giocate in post. Insolitamente acceso anche Carter che con due bombe dall’arco certifica il vantaggio degli ospiti. L’Alma non intende restare a guardare e trova in Sanders il giocatore in grado di dare importanti sferzate di energia. Nella partita irrompe anche Rashawn Thomas che ruba palloni e segna punti importanti. Trieste, tuttavia, è dura a morire e i primi due quarti si chiudono 41-47.
Il gioco riprende ma i padroni di casa restano negli spogliatoi. Servono più di sei minuti all’Alma per trovare la via del canestro. Nel mentre Sassari macina il suo gioco, grazie a Thomas e al solito Pierre. Inizia a questo punto una fase concitata determinata, probabilmente, dall’incapacità dei padroni di casa di trovare il canestro che si traduce in falli evitabili e inutili episodi di nervosismo. Intanto la Dinamo prende il largo con una prestazione di squadra in cui spicca la performance di Spissu, sicuro e deciso nelle scelte. Se si vuole trovare una pecca nella partita di Sassari di sicuro l’aver mollato negli ultimi cinque minuti di partita, un riposo anticipato indolore visto che Trieste non ne approfitta. Finisce 65-86 con la Dinamo che arriva a quota otto e aggiorna il suo record di vittorie consecutive in campionato.

Pagelle
Smith 5,5 – I troppi falli limitano una serata iniziata smazzando assist.
Pierre 7,5 – Sulla scia della partita col Wurzburg si dimostra letale nel pitturato e dall’arco.
Thomas 7 – Partita da “tuttofare” ma senza perdere la capacità di essere incisivo.
Cooley 6,5 – In ripresa dopo la prova opaca di Wurzburg, importante contributo anche a rimbalzo.
Spissu 7 – Marcolino faccia tosta, chiamatelo così.
Gentile 6 – Sempre pronto a rincorrere ogni avversario.
Carter 6,5 – Segnali di vita. Ora si attendono conferme.
Devecchi sv –
Polonara 6 – Mostra solo a sprazzi la sua oramai proverbiale energia.
Magro sv –
Re sv –
Pozzecco 6,5 – Oggi forse più fortunato che bravo. Il post sbornia dopo la finale di Europe Cup non era la situazione ideale per preparare questa partita, ma la pessima prestazione triestina gli dà una mano decisiva per staccare il pass per i playoff.

Tabellino
Trieste:
 Dragic 13, Wright 5, Da Ros 8, Sanders 10, Knox 2, Mosley 3, Fernandez 4, Peric 9, Cavaliero 5, Strautins 6, Coronica, Cittadini.
Sassari:
 Smith 4, Pierre 21, Thomas 16, Cooley 9, Spissu 16, Gentile 3, Devecchi, Carter 10, Polonara 7, Magro.

Lello Stelletti