agenzia-garau-centotrentuno

Joao Pedro, errore grave. Walu, bella sorpresa

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I nostri voti alla prestazione del Cagliari sconfitto di misura a Marassi contro il Genoa.

Cragno 6 – Forse un po’ coperto sul gol di Pandev, fa vedere di essere tornato davvero quando nega il raddoppio al macedone con un volo da campione.
Cacciatore 5 – Parte centrale a destra, dopo un quarto d’ora scala a esterno di centrocampo, poi deve uscire al 23’ per l’ennesimo infortunio. In tutto questo un inutile giallo per proteste.
(dal 23’ Mattiello 5,5 – Buttato dentro per il ko di Cacciatore, non è al meglio ma prova a dare il suo contributo sulla destra. Ci prova con volontà, ma spesso è confusionario e impreciso).
Pisacane 5 – Non riesce a trascinare la difesa con la sua esperienza.
Klavan 5 – Affonda come il resto del reparto difensivo, alle prese con un attacco avversario non certo irresistibile. (dal 77′ Pereiro sv – Esordio in rossoblù per l’uruguaiano, parso spaesato nel quarto d’ora finale. Ingiudicabile).
Faragò sv – La sua partita nel ruolo che lo ha visto protagonista della salvezza 2017-18 dura troppo poco, per via di problemi muscolari. (dal 14’ Walukiewicz 6 – Il giovanotto migliora gara dopo gara, dimostrando di migliorare in fretta. Chissà come sarebbe andata la gara con lui dall’inizio).
Nández 6 – Non molla mai, prova a rendersi pericoloso e utile ai compagni, senza fortuna.
Nainggolan 6 – La sufficienza è per la voglia di lottare fino alla fine, in un ruolo non (più) suo. Rischia di trovare il clamoroso pareggio al 92’ con la ormai classica botta da fuori area, ma stavolta la palla finisce sulla traversa. Diffidato e ammonito, salterà la sfida di domenica prossima contro il Napoli.
Ionita 5 – Tanto movimento, grinta e lotta. Ma per un Cagliari che ambisce all’Europa questo non basta.
Pellegrini 6 – Buona prova del terzino romano, uno degli ultimi ad arrendersi tra i rossoblù. In crescita.
Joao Pedro 4,5 – Si sbatte come può, ma l’errore da due passi al 92’ è davvero incredibile.
Simeone 5 – Solita partita di sacrificio per l’ex di turno, ma stavolta il tanto lavoro non paga.

All. Rolando Maran 4,5 – È il grande sconfitto di Marassi. Perde il febbricitante Oliva nelle ultime ore, ma in panchina non ha ricambi di ruolo viste le assenze di Cigarini e Rog. I ko in rapida successione di Faragò e Cacciatore dimostrano quanto sia corta la panchina rossoblù (forse qualche Primavera avrebbe fatto comodo, no?): il tecnico trentino sceglie Walukiewicz come primo cambio, ma forse il polacco sarebbe potuto partire titolare dall’inizio. Nell’ultimo quarto d’ora butta nella mischia Pereiro, ma è tutto inutile. Un ko che fa male, perché fa tornare indietro il suo Cagliari sotto tutti i punti di vista, resuscitando anche il
Genoa.

Francesco Aresu

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti