agenzia-garau-centotrentuno
Rossi delll'Arzachena | Photo Arzachena Academy Costa Smeralda

La Domenica nera: solo Arzachena e Latte Dolce muovono la classifica

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La nostra analisi sulla domenica delle squadre sarde impegnate nel girone G della Serie D.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Torres È andata male la prima delle partite impossibili per i ragazzi di Graziani, sconfitti all’inglese da un Monterosi che si sta rapidamente rimettendo in sesto dopo il problema covid delle scorse settimane. Da tempo si può dire senza tema di smentita che la mano del tecnico toscano si stia vedendo sempre di più: Melli e soci hanno giocato una buona partita, ma continuano ad aver difficoltà dal punto di vista realizzativo. Se alla poca concretezza degli attaccanti si aggiunge la giornata di grazia del portiere del Monterosi, Salvato, il tutto si complica ulteriormente, perché la squadra laziale è maestra nel chiudere le partite una volta passata in vantaggio. E a rendere il tutto ancora più difficile ci ha pensato il calendario: dopo Nocerina e Monterosi e la sosta, i rossoblù incontreranno Latina, Insieme Formia e Vis Artena

Latte Dolce – Deciso passo in avanti per i biancocelesti che tornano da Formia con un punto nel carniere e il morale certamente più alto rispetto alle ultime uscite. Un pareggio per 1-1, che replica il 2-2 dell’andata: a segno i due bomber, Scotto e Gomez, ma Cabeccia e compagni hanno tirato fuori una prestazione pimpante e sono tornati nell’Isola con più di qualche rimpianto per non aver saputo sfruttare le occasioni avute nella ripresa. Anzi, il miracolo difensivo di Arzu ha evitato la beffa, ma la testa per i ragazzi di Fossati è già al prossimo match contro il Giugliano, recupero del 17º turno, in programma domenica. Poi, come per i cugini, il calendario non sarà semplice: Vis Artena a Sennori, Afragolese in trasferta e le sfide contro Nocerina e Latina, da cui si capirà meglio quale piega prenderà la stagione biancoceleste.

Arzachena – Forse la squadra sarda con maggiori rimpianti in questo turno, dopo il pari subito in extremis contro il Gladiator, penultimo in classifica. Un 1-1 che lascia l’amaro in bocca a Cerbone e ai suoi ragazzi che avrebbero meritato la posta piena. Il gol di Kacorri in apertura di secondo tempo aveva fatto ben sperare gli smeraldini, ma le occasioni sprecate (quella di Rossi su tutte) hanno presentato il conto, con il pareggio di Di Pietro proprio nelle battute finali. E mercoledì pomeriggio si torna in campo a Giugliano per il recupero: dopo la sosta, invece, Cassino e Savoia e la Nuova Florida il 1º di aprile, per un tour de force che definirà le ambizioni di Bonacquisti e compagni.

Lanusei – Risultato bugiardo per i ragazzi di Greco che hanno tenuto testa a lungo alla Nocerina, passata in vantaggio con l’ex Torres De Iulis. Una buona prestazione degli ogliastrini che avrebbero potuto pareggiare, ma l’espulsione di Sylla al 66’ ha cambiato tutto: la doppietta in tre minuti del nuovo acquisto El Bakhtaoui ha poi chiuso il match, complice un calo fisico e pure mentale di Floris e soci, ma la prestazione è certamente da salvare in vista dei prossimi impegni.

Muravera – Non certo una settimana fortunata per i gialloblù: due sconfitte per 0-1 al Comunale, prima con il Latina e poi con il Nola, comparabili per la gestione degli episodi che non hanno arriso a Loi e ai suoi ragazzi. Nello specifico il ko contro i campani nasceva già da basi poco positive: tante defezioni, specie tra i senatori e la contemporanea squalifica di mister e vice, costretti a dare direttive dalla tribuna. Il gol di D’Angelo che ha deciso la sfida è arrivato grazie a uno svarione difensivo causato dalla troppa generosità di un caparbio Nino Pinna, sfortunato protagonista degli episodi decisivi: dopo essersi disturbato con Legal in occasione del gol subito, il fantasioso attaccante di Bosa ha poi sulla coscienza l’errore sul calcio di rigore da lui stesso procurato. Momento no per i sarrabesi, che non godranno della pausa, andando domenica a far visita alla Vis Artena per un altro scontro al vertice di certo affascinante.

Francesco Aresu

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti