agenzia-garau-centotrentuno
Jason Burnell | Foto Luigi Canu

LE PAGELLE | Burnell perfetto a metà: Dinamo brava e sfortunata a Nymburk

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Gli errori decisivi di Spissu e Gentile, l’apporto insufficiente di Katic e la scomparsa di Burnell quando la palla scotta: sono questi gli unici aspetti negativi della grande partita giocata dalla Dinamo Sassari a Nymburk. La sconfitta abbassa i voti di un punto ad ognuno, ma resta una prestazione di orgoglio in cui tutti sono stati all’altezza.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Spissu 6,5 – Per i primi tre quarti la sua missione è quella di passare la palla, lo ha fatto con il massimo della disciplina. Trova gli unici canestri nell’ultimo quarto. Due errori decisivi negli ultimi minuti costeranno la partita.
Gentile 6,5 – Non ha mira nel primo quarto, nel secondo si scatena con tre triple di fila. Nel crunch time il Poz gli dà la responsabilità di chiudere la partita, e lui sbaglia un appoggio abbastanza facile.
Burnell 7 – Nel burro della difesa ceca, che concede qualsiasi contropiede, trova l’ambiente ideale per una partita da potenziale MVP. Peccato si spenga nel finale, fino alla stoppatona che dà l’ultima illusione della vittoria a Sassari.
Happ 6,5 – Alcune indecisioni in attacco, ma anche tanta grinta che in difesa diventa pericolosa quando aumenta vertiginosamente il numero di falli, che è bravo a gestire nella seconda parte di gara. Quando gioca di prima intenzione non sbaglia, ma sembra sempre mancare della convinzione necessaria per fare due cose giuste di fila nella stessa azione. A rimbalzo, invece, è stato una garanzia. Grande giocata difensiva nell’ultimo quarto.
Bilan 7 – Merita una statua, chiude con una doppia doppia da 17 punti e 11 rimbalzi.
Kruslin 7 – È contro le difese così blande che il croato può dare il meglio, e oggi bisogna ringraziarlo. Segna 8 punti nel primo quarto, trova il canestro con fluidità, lo scatto in avanti della Dinamo parte dalle sue mani. Lavoro egregio anche in difesa, con un paio di furbate.
Katic 5,5 – Prova a fare lo Spissu, non ci riesce mai. Con due lunghi assenti è costretto a scalare da due e diventa l’anello debole della squadra. Improvvisamente, nell’ultimo quarto, mette una tripla preziosissima e trova un assist fondamentale per Gentile.
Gandini s.v: troppo poco in campo, perché Pozzecco pure di non farlo rientrare opta per giocare con Kruslin da ala forte.
All. Pozzecco 6,5 – Dopo la brutta figura di Varese la scelta di Happ e Bilan fin dal quintetto era obbligata. Il dominio sotto canestro, contro la squadra che ha la migliore media rimbalzi della competizione, è durato

Nicola Accardo

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti