LE PAGELLE | Cagliari nervoso e stanco, solito Joao

Le nostre valutazioni dopo Cagliari-Verona, sesta giornata della Serie A.

Olsen: 6,5 I soliti due-tre interventi importanti, poi il fulmine a ciel sereno del gol sul quale non può nulla. Ha bisogno di questa continuità per dimenticare Roma.
Cacciatore: 5,5 Partita onesta ma ancora è lontano da quel terzino a tutta fascia dei tempi buoni con Maran al Chievo. Nella ripresa il Verona attacca sempre dalla sua parte.
Pisacane: 5,5 Sembra fare la solita partita da guerriero e poi all’improvviso lo scivolone che porta al pari del Verona. Sfortunato, ma errore che pesa.
Ceppitelli: 6 Difende molto bene nel primo tempo e sbaglia poco nella ripresa. Ha anche un’occasione in avanti. Partita ordinata.
Pellegrini: 5,5 Ok la spensieratezza da giovane in gita ma così è un po’ troppo. In fase difensiva fatica e in impostazione spesso sbaglia. Può fare di più
Nandez: 6,5 Solita buona partita di sacrificio e con almeno due-tre cross importanti. Uno Simeone lo spreca. Negli ultimi dieci minuti a lingua fuori.
Cigarini: 6 Ordine e disciplina in mezzo e anche ottime geometrie in avanti. Nel secondo tempo cala fisicamente e gioca nervoso, un po’ come tutto il Cagliari (Dal 75′ Oliva 6 Entra per rimettere ordine e ci riesce a sprazzi).
Rog: 6 C’è sempre in difesa e in attacco ma spreca malamente la palla servita da Simeone. Forse la tanta lotta in mezzo al campo lo rende meno lucido negli ultimi metri (Dal 84′ Ionita s.v. entra nel momento di mare agitato e prova a mettere il solito ordine).
Castro: 6,5 Il Pata è sempre uno dei più pericolosi in fase offensiva e non a caso da una sua palla arriva il vantaggio. Esce molto stanco, forse Maran ha aspettato troppo a sostituirlo? (Dal 68′ Nainggolan 6 Torna il Ninja e ci mette la solita voglia e il solito tiro dalla distanza).
Joao Pedro: 6,5 Se non fossimo certi dell’infortunio di Pavoletti il brasiliano potrebbe benissimo essere scambiato per il livornese. Sta diventando una prima punta a 360 gradi e segna sempre.
Simeone: 6 Fa tanto lavoro sporco, mette una palla d’oro a Rog ma poi spreca un gol facile. Uno invece glielo leva Silvestri. Anche lui un po’ a corto di energia nel finale.
All. Maran: 6 La media tra il 7 del primo tempo e il 5 della ripresa. Per 35 minuti è il miglior Cagliari della stagione poi tanto nervosismo che andava gestito meglio. Il Cagliari chiude in grossa difficoltà.

Roberto Pinna

Sponsorizzati