Marco Spissu | Foto Luigi Canu

LE PAGELLE | Spissu da record, con Bendzius fa piovere triple!

La Dinamo Sassari ha conquistato la qualificazione alla seconda fase di Champions League grazie alla grande prestazione balistica di Spissu e Bendzius in casa del Galatasaray. Per il play sassarese 23 punti, massimo personale in questa competizione. I nostri giudizi.

Spissu 8,5: Qualche pasticcio di troppo a inizio partita, poi diventa letale dall’arco. I 14 punti nella prima metà di gara lanciano i sassaresi verso comodi parziali per controllare la partita. La uccide nel finale. Chiude con 23 punti e 5 triple.
Gentile 7: il parziale di -10 nel primo quarto è dovuto anche alla sua irruenza in difesa. Poi ritrova sicurezza, canestri decisivi, e il suo carisma diventa fondamentale per trascinare i compagni. Non capiremo mai, tuttavia, perché segni sempre i canestri più difficili e sbagli quelli elementari.
Burnell 6,5: cinque assist, tanta sostanza, il compito svolto con il massimo dell’impegno.
Bendzius 8: Mano infuocata nel primo quarto, quando segna tre triple. Poi la media si aggiusta, ma rimane eccellente: 6 su 13. Sua la bomba che spegne definitivamente il tentativo di rimonta dei turchi nell’ultimo quarto.
Bilan 7,5: il riposo contro Pesaro gli ha fatto bene, anche oggi trova la lucidità per giocare oltre 30 minuti, dominando sotto canestro, al di là di percentuali non eccellenti.
Katic 6: Meno incisivo del solito, oggi a fasi alterne. Per qualche motivo però ha sempre il plus minus più alto della squadra.
Kruslin 6,5: Alcune giocate inguardabili adombrano quel che fa di buono, ma sul tabellino lascia il segno: 11 punti, con due triple.
Gandini sv: qualche scampolo di gara per far rifiatare Bilan a cavallo tra il primo e il secondo quarto.
Treier 6: lotta, subisce falli preziosi, gioca da 5 all’evenienza. Peccato per quel fallo ingenuo sulla tripla di Trice.
All. Pozzecco 7: Non chiama il time-out dopo il parziale di 10-0 subito nel primo quarto, lo fa nel terzo chiedendo maggiore intensità difensiva. Bravo a non rischiare e a tenere in campo il più possibile gli uomini del quintetto, soprattutto Bilan, assicurandosi la qualificazione.

Nicola Accardo

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti