agenzia-garau-centotrentuno
dinamo-sassari-burnell-varese-centotrentuno-canu

Le Pagelle | Dinamo-Varese: Burnell uomo ovunque, Logan con un filo di gas

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I nostri giudizi sulla Dinamo Sassari che ha superato Varese nell’ultima partita del Girone B di Supercoppa italiana. 

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Clemmons: 6. Meglio in difesa che in attacco dove fatica a mettere in ritmo i compagni.

Battle: 6,5. Inizia senza farsi notare dal punto di vista realizzativo, con alcune scelte poco lucide, ma rimane una solida alternativa sul lato difensivo. Con il tempo cresce, non ferma troppo la palla in attacco nel momento più importante della partita e quando accelera è impossibile da prendere per chiunque.

Bendzius: 7. Una sua tripla in transizione riporta la Dinamo in doppia cifra di vantaggio a metà terzo quarto, quando i sassaresi cercano di indirizzare la partita. Aggressivo, se Sassari riesce a far funzionare bene anche la difesa allungata parte del merito è suo.

Burnell: 8. È l’uomo ovunque. Cinque dei primi sette punti della partita di Sassari portano la sua firma. Poi tanta difesa su Alessandro Gentile e una forte presenza a rimbalzo prima di tornare al canestro. Sta crescendo e Cavina non può che esserne soddisfatto.

Borra: 6. Ritorna in campo dopo due partite passate in panchina. Si danna l’anima a rimbalzo e malgrado qualche scelta rivedibile la sua serata è positiva.

Chessa: 7. Tanti minuti in campo per la guardia sassarese che risponde con un ottimo atteggiamento difensivo e due triple nel secondo quarto che fanno ritrovare alla Dinamo la via del canestro che mancava da un po’.

Gandini: 6. Pochi minuti in campo ma il suo impegno è d’esempio per i compagni.

Gentile: 7. Le polveri sono ancora bagnate ma il contributo del numero 22 è importante nel dare ritmo ai suoi compagni e tanta quantità in difesa.

Logan: 7.5. Varese chiude il primo quarto in vantaggio. Allora lui decide di segnare 11 punti in meno di 3 minuti al rientro sul parquet. Decisivo, nonostante il tanto meritato riposo.

Mekowulu: 6. Non vede tanti palloni ed è poco lucido dalla lunetta, segnale di un serbatoio delle energie quasi vuoto. Combatte bene in difesa soprattutto nel primo tempo.

Treier: 5,5. Entra in campo nel primo quarto e Cavina lo sostituisce dopo appena due minuti. Rivede il campo solo nell’ultimo periodo. Deve fare di più.

Devecchi: 7. Minuti di sostanza per il capitano, in difesa e non solo, con due triple che fanno sobbalzare i presenti al PalaSerradimigni.

Cavina: 6,5. Ruota tutti i giocatori a disposizione e trova delle buone risposte soprattutto in difesa come aveva richiesto. La squadra sta crescendo, sabato però arriva il vero primo esame.

Matteo Cardia

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti