agenzia-garau-centotrentuno

LE PAGELLE | Involuzione generale

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I nostri voti dopo il pareggio del Cagliari Primavera di Max Canzi contro il Genoa: il gol di Verde in extremis regala un punto ai rossoblù.

Il Cagliari Primavera di Max Canzi pareggia 1-1 in casa del Genoa con un gol all’ultimo secondo di Verde, al termine di una partita opaca e difficile. Sardi sesti a pari punti con il Chievo, che è avanti negli scontri diretti e giocherà lunedì contro la modesta Udinese. A 90′ dal termine, la zona playoff diventa quasi una chimera.

Daga 6,5 – Capitola su rigore, disinnesca tutto il resto con padronanza. Nel finale contribuisce allo scompiglio foriero dell’1-1 in mischia.

Kouadio 5 – Mai protagonista, traballa come tutta la retroguardia. Sostituito all’intervallo (46′ Porru 5,5 – Prova a dare solidità e spinta, non va oltre qualche timido sussulto)

Carboni 5 – Il Cagliari è sempre esposto alle intemperie e lui fa quel che può

Boccia 5 – Difficile il compito contro la fisicità di Bianchi e i liguri che arrivano a più riprese. Pomeriggio complicato.

Cadili 4,5 – Rigore causato e tanti patemi, viene anche ammonito per un calcione carico di frustrazione. (87′ Desogus sv – Pochi minuti per assaporare la nuova categoria e vivere in campo l’estasi finale)

Kanyamuna 5,5 – Non riesce a dare tempi e geometrie, ha tanto campo da coprire e va presto in affanno.

Lombardi 5,5 – Non sembra ispirato, tuttavia è lui a suonare la carica nei momenti più opachi.

Contini 5 – Combatte come sempre ma la vede pochissimo.

Marigosu 5 – Qualche piroetta e nulla più, non entra mai in partita. (63′ Lella 5 – Dà più equilibrio ma non è l’uomo che può raffinare la manovra)

Doratiotto 5 – Non riesce a fare il regista avanzato, sgomita ma senza perle. Si mangia l’1-1 su cross di Lombardi.

Verde 6 – Sufficienza conquistata con il prezioso gol da panzer rapinatore. Il resto è in linea con la mediocrità collettiva.

Allenatore: Max Canzi 5 – Non felice la scelta del 4-2-3-1. La sua squadra appare a corto di energie e, complici le assenze, il tecnico milanese non ha grandi alternative con cui giocarsi la partita. Il pari, dopo una gara tutta in salita, è oro colato, ma adesso i playoff sono lontani.

Francesco Aresu

TAG:  Primavera 1