Manuel Giandonato | Foto Sandro Giordano

LE PAGELLE | Olbia: Giandonato direttore d’orchestra, Udoh fa reparto

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I nostri giudizi sull’Olbia che ha bloccato sullo 0-0 la Pro Vercelli al Silvio Piola.

Tornaghi 6.5 – Impegnato una sola volta nei primi 45 minuti, qualche respinta pericolosa nella ripresa ma nel complesso non viene impegnato più di tanto e si disimpegna bene.
La Rosa 6 – Soffre le folate vercellesi dal suo lato, soprattutto nel tempo degli interventi.
Altare 7 – baluardo difensivo, peccato per l’occasione di testa a inizio ripresa: si vede che il gol non è il suo pane quotidiano.
Emerson 6.5 – Le sue sventagliate trovano spesso Udoh ma è emblematico che, finita la fase di pressing alto degli olbiesi, raramente superi la metacampo.
Cadili 6.5 – Clemente crea più di qualche grattacapo, lui battaglia senza perdere mai la bussola.
Pennington 6 – si sacrifica tanto in sostegno di La Rosa, porta a casa tanta legna. (75’ Doratiotto sv)
Giandonato 6.5 – prova di spessore tecnico e caratteriale. Presente in chiusura e costruzione.
Lella 6 – Vale il discorso fatto per Pennington. Tanta corsa a sostegno, non altrettanta qualità. Esce stremato (87’ Belloni sv)
Biancu 6 – si defila sulla sinistra per duettare con Udoh e chiamare le discese di Cadili.
Ragatzu 6 – si muove tanto attorno ad Udoh cercando l’imbucata decisiva che non arriva (87’ Cocco).
Udoh 6.5 – Lotta, e anche tanto facendo ammonire quasi tutta la difesa vercellese. Non sempre preciso ma certo dotato di grande abnegazione.

All. Canzi 6.5 – manda in campo una squadra d’acciaio al cospetto della terza in classifica: prosciuga le fonti di gioco e tramite il fraseggio cerca il tiro in porta. Punto d’oro per ripartire alla ricerca della salvezza

TAG:  Serie C
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti