agenzia-garau-centotrentuno
palesi-olbia

Le Pagelle | Olbia: Ragatzu e Van der Want decisivi, Palesi in ombra

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I nostri giudizi sull’Olbia che ha pareggiato 2-2 a Teramo: bianchi avanti due volte con Ragatzu, ma recuperati dai gol abruzzesi.

Van der Want 7 – l’intervento miracoloso con cui salva il risultato nel recupero vale più di un gol, dopo aver salvato di puro istinto un tiro ravvicinato nel primo tempo. Incolpevole sui due gol subiti, risponde con una gran prestazione sul campo all’arrivo di Tornaghi mostrando di meritare una chance da primo.
Pisano 6 – prestazione lucida e costante, difende in modo pulito. (dal 78’ S. Pinna)
Brignani 5.5 – Bernardotto gli sfugge un po’ da tutte le parti, lui prova a tenere botta con risultati altalenanti.
Emerson 5.5 – come per Brignani, Bernardotto gli crea più di un grattacapo. Birligea lo batte nel gioco aereo in occasione del 2-2, meno sicuro del solito.
Travaglini 5.5 – pomeriggio in ombra, messo costantemente sottopressione dagli avversari di fascia.
Chierico 6.5 – una gran traversa nel primo tempo e tanto sacrificio nella ripresa, il tutto impreziosito dal filtrante sul primo gol olbiese.
Palesi 5 – ha sulla testa la palla della vittoria al 86’ ma manca lo specchio della porta. Immagine simbolica della prestazione odierna.
Lella 6 – la partita richiedeva sacrificio e corsa: lui si fa trovare pronto in ogni centimetro di campo. (dal 88’ Occhioni sv)
Biancu 5.5 – Qualche giocata isolata, meglio nel primo tempo ma la sua è una prova incolore rispetto alle sue possibilità tecniche. (dal 88’ Demarcus sv)
Ragatzu 7 – invocato da Canzi nel prepartita, risponde sul campo con una prestazione concreta e due gol di pregevole fattura (dal 88’ Mancini sv).
Udoh 5.5 – più pratico in fase di costruzione che di finalizzazione (dal 78’ La Rosa sv)

All. Canzi 6 – da un lato trova alcune delle risposte che si auspicava, con la squadra capace di impattare bene la sfida e andare per due volte in vantaggio, dall’altro non trova soluzioni ai problemi difensivi e sembra sempre più evidente che non ci siano opzioni utili dalla panchina, indicativi i primi cambi a 10’ dalla fine. Il 2-2 finale è un punto importante per morale e classifica ma non si vedono passi avanti.

Claudio Inconis

TAG:  Olbia Serie C
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti