agenzia-garau-centotrentuno
udoh-olbia-cesena

Le Pagelle | Olbia: stessi errori in difesa, l’attacco non incide

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I nostri giudizi sull‘Olbia sconfitta 2-0 in casa dall’Imolese nella nona giornata di campionato.

Ciocci 6 – due gol al passivo su cui può ben poco e un grande intervento a tenere in gara i suoi fino all’ultimo.
Arboleda 6 – difensivamente ordinato, strabordante in proiezione offensiva. Il modo in cui ha interrotto la corsa fa temere guai muscolari. (dal 60’ Pisano 5 – il suo rientro è più importante a livello ambientale che tattico)
Boccia 5.5 – lascia un po’ troppo spazio a Benedetti che trova un gran tiro in occasione del secondo gol, ma complessivamente fa valere il senso della posizione contro un avversario come Padovan.
Emerson 5.5 – come elemento d’esperienza e capitano non può non esser chiamato in causa su questo ripetersi dei gol su calcio da fermo. Impreciso nel momento di calciare a sua volta.
Travaglini 5.5 – non commette errori ma non fa neanche qualcosa di particolarmente utile).
Chierico 5 – meno in fase di costruzione e inserimento. (dal 58’ Palesi 5.5 – prova a dare spinta nell’ultima mezz’ora ma non cambia l’inerzia del match).
Giandonato 5.5 – lucido in mezzo al campo, prova a tenere sempre a dritta la barra.
Lella 5.5 – tanta lotta e copertura, manca cattiveria in area avversaria. (dal 62’ Occhioni 5.5 – pronti via e si trova sul destro la palla giusta per riaprire il match ma non trova la porta).
Biancu 5 – ancora lontano dall’essere il giocatore decisivo visto l’anno scorso (dal 58’ Mancini 5.5 – entra con la voglia giusta per fare a sportellate, si unisce ai compagni di reparto nel duello con Melgrati ma anche lui non trova gloria).
Udoh 5 – si costruisce due buone opportunità, una per tempo, ma in entrambi i casi Melgrati si esalta.
Ragatzu 5.5 – tanti guizzi dei suoi, ma manca il colpo vincente sottoporta sia sullo 0-0 che sullo 0-1 che pesano nella storia della partita.

All. M. Canzi 5 – ormai il trend negativo della difesa non fa più notizia, peggior retroguardia del girone, ed è chiaro che così diventa difficile fare punti. Come sempre: la squadra gioca bene e tiene il campo, ma basta un’Imolese ordinata e cinica a mettere a nudo le lacune del gruppo. Non particolarmente fortunato per i due infortuni di Arboleda e Lella a ruota col doppio-cambio. Partita da tenere a mente per il futuro.

Claudio Inconis

TAG:  Olbia Serie C
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti