agenzia-garau-centotrentuno

Lombardi is Back, Boccia-Carboni sono un muro

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Le nostre pagelle dopo Cagliari-Empoli valida per la diciassettesima giornata del campionato Primavera 1.

Ciocci 6.5 – Chioma bionda e sguardo da sciupafemmine ma oggi è più efficace che bello in campo. Prima in bagher e poi in tuffo, quando c’è bisogno risponde presente.
Porru 6.5 – Gara educata, molto preciso in fase difensiva e per lui è uno step di crescita importante. Pecca qualcosina con la palla tra i piedi ma dei due esterni è quello che spinge di più.
Carboni 7.5 – Non commette quasi mai errori. A livello fisico e di impatto sul match sembra uno dei più pronti per il grande salto tra i ragazzi di Max Canzi.
Boccia 7.5 – Salvatore, di nome e di fatto. Quando il Cagliari si affida all’ultima preghiera il nome invocato è il suo. Quando può va di fino altrimenti non disdegna le maniere forti.
Cusumano 6 – Mette fisicità e sul suo lato l’Empoli non passa praticamente mai. Però stavolta spinge meno del previsto. Senza Aly Canzi comunque sa di poter contare su di lui. (Dall’81 Acella s.v.)
Kanyamuna 5 – Un errore che non ti aspetti da uno che solitamente è una sicurezza. In realtà a livello di corsa e recuperi la sua è un’ottima prestazione ma perde la palla del pareggio ospite.
Ladinetti 6.5 – Si inventa un corner dal sapore vintage che va dritto in gol con la complicità di Pratelli. Quando ha palla tra i piedi danza sugli avversari come il più bravo degli sciatori.
Lombardi 7 – Lombardi Is back. L’ex Juventus trova due gol di fila in campionato e conferma il suo ritorno su ottimi livelli. Quello di Genova era un gol di freddezza oggi fa un capolavoro. (Dal 90′ Cossu s.v.)
Marigosu 5.5 – Colpi, prende davvero tanti colpi. La sua corsa aiuta il Cagliari ma da uno con la sua qualità ci si aspetta sempre qualcosa in più. Sbaglia tanto negli ultimi 15-20 metri. (Dal 46′ Mas 6 – Parte con la voglia di mangiarsi il mondo e scopriamo.che è pure molto veloce oltre che fisico. Poi cala nel finale).
Contini 6 – La solita confusione organizzata, questa volta anche un pochino troppa. I rossoblù comunque faticano a fare a meno della sua duttilità, è un jolly per ogni zona del campo.
Gagliano 7 – Lotta, sbraccia, urla (anche un po’ troppo). Una delle partite più centrate a livello di gioco per la squadra per l’attaccante algherese. (Dall’87’ Masala s.v. Avrebbe l’occasione per fare il primo gol di un 2004, dopo essere stato il primo della sua età a esordire in Primavera, ma spara sul portiere. Sarà per la prossima).
All. Max Canzi 7 – Le altre dietro vanno avanti a targhe alterne, il suo Cagliari invece vola e continua a sognare. In questo gennaio ha trovato tanti innesti dal mercato ma lui come sempre si affida allo zoccolo duro per permettere ai nuovi di inserirsi al meglio.

Roberto Pinna

TAG:  Primavera 1
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti