Cagliari beffato | LE PAGELLE

Un rigore a recupero quasi scaduto dà al Napoli la vittoria per 2-1 contro il Cagliari, passato in vantaggio con gol di Pavoletti.

Sconfitta con beffa al termine di una partita ben giocata, soprattutto nel secondo tempo, per il Cagliari. Al “San Paolo” Pavoletti segna al 63′, pareggia Mertens all’85’ dopo minuti di assedio partenopeo e poi il rigore (con VAR e polemiche) che Insigne trasforma. Cagliari che finisce poi con il rosso per Ionita (proteste) e l’allontanamento di un furente Maran, oltre ai gialli per Cigarini (proteste) e Barella (fallo duro allo scadere).

La cronaca – Primo tempo scialbo e con pochissimi sussulti, conditi da un ritmo balneare nonostante il meteo da pieno autunno. Il Cagliari si difende con ordine (prezioso il lavoro di sacrificio di Cerri) ma non punge, il Napoli ha la supremazia ma l’unico squillo è il diagonale di Younes fuori di poco, senza che Koulibaly arrivi all’appuntamento. La ripresa è ben più viva, e il Cagliari spinge maggiormente. Al 58′ Mertens si gira dal versante mancino e calcia, pallone deviato che Cragno toglie dal primo palo. Ancelotti lancia Fabian Ruiz e Callejon per Allan e Verdi, ma di lì a poco (al 63′) una splendida manovra porta al vantaggio sardo: Deiola in profondità per Barella, colpo di tacco sulla corsa di Pavoletti che calcia forte e preciso in diagonale battendo Meret. Il Napoli manda in campo Milik per Younes e spinge a tutta: ci provano Zielinski, Milik e Mertens, mentre Maran sceglie Padoin (per Deiola) e Joao Pedro (per un positivo Cerri) entrando nell’ultimo quarto d’ora. Il Cagliari è sotto assedio e ha bisogno del solito, super Cragno (miracoloso sull’incornata di Mertens all’81’) per tenere il vantaggio fino all’85’, quando ancora il belga spinge di testa l’ennesimo traversone. La beffa è però dietro l’angolo: a recupero quasi scaduto, Cacciatore tocca con il braccio un cross dalla sinistra, Chiffi ci mette 2′ per fermare il gioco e consultare il VAR, che gli consiglia di concedere il penalty. Dal dischetto va Insigne e il Napoli porta a casa la partita.

Le pagelle
Cragno 7 – Non una domenica particolarmente impegnativa per lui: il primo tiro nello specchio arriva al 54’ da parte di Martens e il portiere rossoblù risponde come sa. Al 79’ fa uno dei suoi miracoli con l’aiuto del palo, battuto solo al terzo tentativo da Mertens all’84’. Incolpevole sul rigore di Insigne.
Cacciatore 5,5 – Sulla fascia destra fa il suo avanti e indietro, senza risparmiarsi. Il suo tocco di mano in area viene giudicato da rigore dal Var.
Romagna 7 – Ottima prestazione del giovane difensore rossoblù, sicuro in ogni chiusura. Molto bene.
Ceppitelli 6 – Tiene la linea difensiva in modo molto solido e gli avanti partenopei non lo impensieriscono più di tanto nella prima parte della gara. Soffre un po’ di più nel secondo tempo quando il Napoli attacca di più.
Lykogiannis 5,5 – Solito discorso per il greco, oggi titolare per Pellegrini. Buon piede, ma uno scarso dinamismo che lo penalizza.  Sbaglia la diagonale che porta al pareggio il Napoli.
Barella 7 – Corre, chiude, si propone e fa un assist di tacco per Pavoletti da gran giocatore che è. Lusso.
Cigarini 6,5 – Ormai è parte integrante del centrocampo di Maran. Fraseggia e fa ripartire le azioni offensive del Cagliari.
Deiola 6 – Titolare dopo tanto tempo. Da tutto quello che può, parte in sordina, ma poi da tutto quello che può. Esce esausto (68′ Padoin 5,5 – In campo per Deiola, meno preciso del solito).
Ionita 6 – Il panzer del centrocampo. Non molla mai, espulso nel finale per le proteste in occasione del rigore.
Cerri 6 – Si muove tanto per cercare di fare il suo. Gioca tutto il primo tempo lontano da la porta, ma dà una mano alla squadra. Mezzo voto in meno per il giallo evitabile (74′ Joao Pedro 6 – Entra e prova prima a supportare Pavoletti, poi cerca di tenere la squadra alta).
Pavoletti 7 – Partita da 5 sino al 63’, poi segna di piede su un assist al bacio di barella. L’attacco del Cagliari è lui (87′ Pisacane sv)
All. Rolando Maran 6,5 – Rispetto alla partita con la Roma la squadra mostra un atteggiamento diverso e soprattutto attento. Sceglie Deiola, Lykogiannis e Cerri titolari, con il Cagliari che stava giocando la sua partita, prima di essere condannato nel finale dal Var. Espulso nel finale.

IL TABELLINO
NAPOLI: Meret; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Verdi (60′ Callejon), Allan (60′ Fabian Ruiz), Zielinski, Younes; Mertens, Insigne. A disposizione: Ospina, Karnezis, Malcuit, Luperto, Mario Rui, Ounas, Milik. Allenatore: Ancelotti.
CAGLIARI: Cragno; Cacciatore, Romagna, Ceppitelli, Lykogiannis; Deiola (69′ Padoin), Cigarini, Ionita; Barella; Cerri (74′ Joao Pedro), Pavoletti (87′ Pisacane). A disposizione: Aresti, Rafael, Pellegrini, Srna, Birsa, Bradaric, Oliva, Despodov, Thereau. Allenatore: Maran.
Ammoniti: Younes (N), Cerri (C), Cigarini (C), Barella (C). Espulso: Ionita (C)
Marcatori: 63′ Pavoletti (C), 85′ Mertens (N), 90′ + 8′ rig. Insigne (N)

Andrea Ferrari