LE PAGELLE | Gioiello Gagliano, Porru e Fucci rimandati

I nostri giudizi sull’esordio della Primavera di Max Canzi contro il Genoa.

Ciocci 6.5 – prova positiva. Serviva un portiere che desse sicurezza dopo aver perso Daga e il Cagliari lo ha trovato. In un paio di occasioni molto bene forse qualche uscita da migliorare.
Porru 5 – prova a spingere, più nel primo tempo, ma sbaglia troppi palloni. Non precisissimo anche in fase difensiva.
Boccia 5.5 – soffre la velocità e la fisicità dell’attacco ospite. Sull’ennesima ripartenza stende Bianchi e rimedia un’espulsione. Rimandato.
Carboni 6 –  del reparto difensivo rossoblù è quello che dà più certezze anche nei momenti difficili. In più è cresciuto molto con il pallone tra i piedi, ora imposta anche con precisione. Pesa sulla coscienza il gol su azione di punizione che si mangia nel finale.
Nader 5.5 –  inizia timido e fatica a crescere. Canzi lo riprende diverse volte anche perché Kallon su quella fascia fa il diavolo a quattro finché è in campo. E per fortuna dei rossoblù spreca molto davanti al portiere (dal 70′ Cusumano 6 – bada molto alla sostanza ed entra per evitare le scorribande avversarie).
Fucci 5 –  a vederlo in campo per capigliatura e stazza pare che Lella non sia mai andato a Olbia. In campo però la differenza con la mezzala ora ai Bianchi si sente eccome. Non a caso dopo l’espulsione di Boccia è lui a uscire (dal 40′ Zinfollino 5.5 soffre un po’ in marcatura ma tutto sommato fa il suo. Deve migliorare per non far sentire l’assenza di Boccia).
Kanyamuna 6.5 –  solita Garra per il piccolino del centrocampo. Oggi però complice anche l’intensità del centrocampo avversario fatica a impostare e i suoi ne risentono specie al primo tempo.
Lombardi 6 – il suo piede può essere ferro o essere piuma per gli avversari. Oggi a parte qualche sprazzo di talento è stato più piuma.
Marigosu 6.5 –  Lotta, prova a impostare ma al Cagliari manca qualcosa in costruzione e lui a tratti esce dal gioco. Però aiuta come un forsennato a far salire i suoi.
Contini 6.5 –  partita di sostanza, come sempre. Corre, difende, attacca, è ovunque. Una corsa continua che a volte lo limita un po’ negli ultimi metri.
Gagliano 7 –  Si presenta con la voglia di uno che in un sabato pomeriggio starebbe volentieri al mare ma alla fine è il più talentuoso dei suoi e sulla punizione del pareggio lo fa vedere.

Allenatore: Max Canzi 6,5 – Bravo a gestire i suoi in una partita che parte in salita. Serve ancora qualcosa a questa squadra ma la.sua grinta è il collante giusto.

Roberto Pinna

Sponsorizzati