LE PAGELLE | Ciocci predica da solo a Firenze

Le nostre pagelle dopo Fiorentina-Cagliari valida per la dodicesima giornata del campionato Primavera 1

Ciocci 6 – Uno dei pochi del Cagliari a essere in palla nella difficile trasferta di Firenze. Un paio di interventi importanti e la solita sicurezza sui tanti traversoni avversari. Sul 2-0 fa un rinvio centrale molto rivedibile.
Aly 5 – Perde una serie di palloni velenosi, si schiaccia molto e non riesce quasi mai a dare supporto ai suoi in fase di ripartenza.
Carboni 5.5 – Va anche lui in bambola contro l’attacco tutto velocità e pressing della Fiorentina. Riesce comunque a reggere l’urto più dei compagni di reparto.
Boccia 5 – Nell’occasione del gol di Koffi gran parte delle responsabilità sono sue. Incappa in una giornata no, può succedere. Sbaglia tanto anche impostando.
Cancellieri 5.5 – Poco aggraziato. In fase difensiva lascia diversi spazi che la Fiorentina prende sempre, ogni tanto prova la sortita offensiva ma anche in questo caso è poco preciso.

Cossu 5 – Resta congelato dal difficile campo di Firenze. Si vede poco e non aiuta i suoi né in fase di lotta nel primo tempo da mezzala né in fase di costruzione nella ripresa da trequartista. (dal 75’ Masala – s.v.)
Ladinetti 6 – La partita stagionale più difficile per il capitano rossoblù. Preso in mezzo da un centrocampo dinamico avversario che lo silenzia. Quel poco che il Cagliari costruisce però passa comunque dai suoi piedi.
Lombardi 5.5 – Ancora una partita a inseguire. Oggi ha poche colpe perché ogni tanto ci prova anche a dare la sveglia ma fatica a ritrovare quella che è la sua qualità. (dall’85’ Manca – s.v.)
Desogus – 5 Deve lottare e va in apnea. In difficoltà non solo in fase di ripiegamento ma anche con la palla tra i piedi. Era un esame non semplice e infatti nella ripresa Canzi lo lascia fuori. (dal 46’ Kanyamuna 6 – Nelle ultime settimane sembrava l’ombra di se stesso, Canzi oggi lo lascia ancora in panchina anche per questo e invece forse oggi nel fango era la sua gara perché nel secondo tempo fa bene).
Contini 6 – Uno dei pochi che ci crede sempre. Insegue, lotta e difende anche. Però in attacco lo si vede poco e per una seconda punta è un dettaglio non da poco.
Gagliano 5.5 – Nervoso e spesso fuori dal match. Passa gran parte dell’incontro a litigare con uno a turno degli avversari. In avanti resta il più pericoloso, ma non lo fa quasi mai vedere.
All. Max Canzi 5 – Oggi per la prima volta in stagione il suo Cagliari resta imbrigliato dagli avversari senza praticamente mai riuscire ad esprimersi. Forse sbaglia qualcosa nelle scelte iniziali affidandosi troppo a chi aveva fatto bene di recente.

Roberto Pinna

Accedi per commentare

Sponsorizzati