Primavera, Roma-Cagliari 2-2

Pareggio con rimonta subita per il Cagliari Primavera di Max Canzi, raggiunto sul 2-2 a Roma dai giallorossi di Alberto De Rossi. Sardi comunque vicini ai playoff.

In vantaggio nel primo tempo (dominato in lungo e in largo) con i gol di Carboni (bravo il difensore a risolvere una mischia) e Doratiotto (rigore procurato venendo atterrato dal portiere), il Cagliari comanda le operazioni e sfiora più volte altri gol (clamorosa traversa di Doratiotto col destro da fuori area e tiro fuori di pochissimo di Marigosu dopo dribbling e ingresso in area). Nel finale di primo tempo Celar beffa Boccia, si libera nell’area piccola e fredda Daga. La ripresa è combattuta, il Cagliari ha le occasioni per chiudere i conti, ma a ridosso del recupero è Felipe Estrella a girarsi in area firmando il 2-2. Allo scadere Contini col destro potrebbe timbrare un altro miracolo, ma per stavolta è pari e patta. Un punto che non dispiace anche se, per come si era sviluppato il match, lascia un po’ di amaro in bocca.

LE PAGELLE
Daga 5.5 –
Non mancano i passaggi a vuoto, convince poco sul pareggio giallorosso.
Kouadio 6.5 – Sempre presente e vivo in proiezione offensiva come in contenimento, per lui crescita costante in una stagione da banco di prova che non è stata affatto semplice.
Boccia 5.5 – Pesa la macchia della dormita sul gol romanista in chiusura di primo tempo.
Carboni 6.5 – Solito leader, timbra anche il secondo gol stagionale.
Cadili 6 – L’esperienza e l’intelligenza gli consentono di gestire non poche problematiche sul lato mancino del Cagliari, non riesce ad arginare l’ultima spinta foriera del beffardo 2-2.
Lella 6.5 – Equilibratore del Cagliari, si nota poco ma non tradisce mai.
Kanyamuna 6 – Il più giovane in campo cerca di non strafare e riesce a dare più quantità che geometria.
Lombardi 6.5 – Vivace e ispirato sul lato sinistro, ha il fisico e la qualità per sostenere il tridente.
Marigosu 7 – Autentica furia che illumina la mattinata romana, gli manca solo il gol ma conferma tutte le sue enormi qualità contenute in un corpicino esile e pieno di tecnica.
Verde 6.5 – Quando si accende la Roma trema, il Cagliari si appoggia al suo totem ben volentieri. (80′ Contini SV – Subito velenoso, per poco non regala il colpaccio)
Doratiotto 7 – Rigore procurato e trasformato, traversa colpita con una gran sassata, tanto movimento e una delle sue migliori prestazioni in assoluto. (85′ Peressutti SV – Finale di gara a difendere la trincea)
Allenatore: Max Canzi 6.5 – La sua squadra piace per la quasi totalità della partita, con il neo di non aver chiuso il discorso nonostante la creazione di molte opportunità. Una volta di più, in trasferta e contro avversari di alto livello tecnico e fisico, il Cagliari dimostra di avere le idee chiare a livello tattico e la qualità giusta per pungere. Tanti elogi e molto rammarico.

TABELLINO
ROMA (4-3-3) : Cardinali; Parodi, Trasciani, Bianda, Semeraro; Riccardi, Pezzella, Greco J. (60′ Darboe); Besuijen (46′ Felipe Estrella), Celar, Cangiano. A disp.: Zamarion, Santese, Buttaro, Tomassini, Tripi, Bove, Silipo, Bucri, Cancellieri, Milanese. All.: De Rossi.
CAGLIARI (4-3-1-2) : Daga; Kouadio, Boccia, Carboni, Cadili; Lella, Kanyamuna, Lombardi; Marigosu (86′ Peressutti); Verde (80′ Contini), Doradiotto. A disp.: Cabras, Porru, Albini, Nader, Dore, Acella, Desogus. All.: Canzi.
Arbitro: Sig. Mario Cascone di Nocera Inferiore. Assistenti: Giuseppe Pellino di Frattamaggiore e Francesco D’Apice di Castellammare di Stabia.
Marcatori: 21′ Carboni (Cagliari Calcio), 29′ rig. Doradiotto (Cagliari Calcio), 44′ Celar (AS Roma), 83′ Felipe Estrella (AS Roma).
Ammoniti: 45’+1 Verde (Cagliari Calcio), 52′ Lella (Cagliari Calcio), 68′ Parodi (AS Roma).
Note: recupero 1’pt,4’st. Calci d’angolo: 4-7. Temperatura: 13°C (Rovesci).

Francesco Aresu

Sponsorizzati