agenzia-garau-centotrentuno

#1 | A ciascuno il suo

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sport, politica, attualità riletti da un altro punto di vista. La nuova rubrica controcorrente di Centotrentuno.com.

L’Italia è la patria indiscussa del calcio non giocato, perfino per quanto riguarda i giocatori stessi. Questo trend da bar dello sport, amplificato enormemente dai social network, ha portato al rendere noto un giocatore o allenatore più per quanto fa fuori del campo più che per quanto fa in campo. Mourinho docet.
Ma a volte si incappa in sfottò acerbi, che maturando si ritorcono contro gli autori e questo diventa il vero motivo di interesse di una partita. Ma se si è tanto bravi nel fare qualcosa, perché non si pensa a fare quella e si tralascia ciò che non è di propria competenza?
Eviteremmo così buoni cristiani distratti da tentazioni simoniache per sacri e apotropaici gesti, dichiarazioni che dovrebbero essere appannaggio solo di revisori dei conti e non dei conti stessi; forse così potremmo godere del gioco più bello del mondo senza dover subire l’avanspettacolo, offerto pre e post partita, da attori non protagonisti la cui recita è peggio di un rigore sbagliato in una finale.

Lasciate scrivere a chi lo fa per mestiere, parlare a chi recita per professione, di comici che hanno invaso campi abbiamo già sufficienti e autorevoli esempi, grazie.
Voi, fateci un favore, giocate a pallone.

Gianni Lamberti

TAG:  S'Arrevesciu