Torres: Mariotti, un silenzio che fa rumore

Dopo sei risultati utili consecutivi, l’ultimo l’1-1 con il Cassino in casa, ha sorpreso la scelta dell’allenatore della Torres, Marco Mariotti, di restare in silenzio stampa fino alla fine di ottobre.

In conferenza, dopo la partita contro la squadra laziale, si è presentato il vice allenatore Tore Pinna che ha informato sulla decisione dell’allenatore, presa per la rabbia dopo il gol annullato ai sassaresi nel finale per una presunta spinta sul portiere avversario e che sarebbe valso il 2-1 per la Torres. Una scelta curiosa, se vogliamo, quella di restare in silenzio stampa per un mese per una decisione arbitrale che si considera come un torto ricevuto. Anche perché se escludiamo i primi 10′ della partita contro il Cassino i rossoblù hanno di fatto dominato l’incontro, sprecando tanto in avanti e meritando ai punti la vittoria della gara. Una Torres che ha confermato anche la crescita sotto il profilo del gioco, già mostrata da un paio di settimane a questa parte. La squadra sassarese ha un buon giro palla e riesce a creare occasioni in modo variegato: con i cross o con le incursioni di capitan Demartis soprattutto.

Sicuramente la Torres, che comunque ha iniziato in maniera positiva la stagione, può recriminare con se stessa per aver gettato in alcune occasioni dei punti importanti. Non solo nell’ultima sfida contro il Cassino, ma pensiamo anche all’altra sfida interna con l’Ostiamare. Detto questo, la scelta di Mariotti di restare in silenzio stona un po’ con il buon momento dei suoi in campo, a prescindere da presunti torti arbitrali. Anche perché come sottolineato da Tore Pinna a fine gara è proprio dalla rabbia e dalla delusione per questi punti persi che i sassaresi devono ricavare la voglia di fare ancora meglio per vivere una stagione da protagonisti.

In un momento comunque non semplice fuori dal campo con la società indagata e i malumori della curva contro i quotidiani cittadini la decisione di Mariotti, che sarà da approfondire per capire se si tratta solo di una rabbia del momento da sbollire o di qualcos’altro, potrebbe essere l’ennesimo aspetto che sposta l’attenzione dal campo. E sul campo questa Torres sembra essere molto convincente.

Roberto Pinna

TAG:

Sponsorizzati