Tre punti, cosa si vuole di più

Ci sono partite che valgono per i pochi fremiti che danno, che tengono la tensione del risultato sino alla fine e hanno nelle traversie di classifica il loro unico interesse, che non vuol dire divertimento e gusto del gioco.

Ieri è stata una di queste con due episodi due che ci hanno fatto sobbalzare. Questa volta ci è andata bene. Cerri poteva far ricredere qualche inguaribile ottimista sulle sue potenzialità. Ha segnato invece Simeone, anche ieri avulso dal gioco, poco reattivo, Vicari sembrava un dominatore. Zenga pare arrivato ieri l’altro, con l’esigenza di conoscere i giocatori, per cui va per tentativi.

La sua fortuna, in questi casi meritoria è stata quella di avere schierato Ragatzu, per il quale sembra che io straveda, ma ieri non ne. ho avuto bisogno, non aveva bisogno di una tac accurata. Fosse stato un provino per l’assunzione ha mostrato in venti minuti molto del suo repertorio, che sono due piedi molto buoni e una immediatezza di iniziative come nessuno ha, nel Cagliari almeno. È anche retrocesso a sbrogliare una situazione dalle parti di Olsen, ha fattopassaggi col misurino, QB, rendendoli facili, quelli che Ionita sbaglia. Ha stoppato in area circondato dalla folla e non si è perso, è entrato in area seminando il panico e concludendo. Per me sarebbe un titolare, ci spero un po’come spero che mio figlio mi dia un nipote. Qualche nota lieta c’è stata: Mattiello prendeva palla e s’involava, sino al possibile cross, Pellegrini faceva lo stesso dall’altra parte, ancora con la presunzione che lo anima. Sembra uno dei miei vecchi compagni, ognuno ne ha avuto uno, che in assenza di avversari andava lui a cercarseli. Quando saprà discernere in questa smania diventerà un ottimo giocatore.

Birsa sembra uno che in caso di terremoto si accenda una sigaretta e cerchi un posacenere. Può diventare una soluzione per quando i compagni creeranno traffico. Dei difensori Pisacane è quello che risente di più della condizione, non rallenta gli avversari ma la nostra azione, il suo punto di riferimento è Olsen. A poco a poco recupereremo i titolari, anche se Ionita resisterà, perché ancora non si capisce in cosa sia insufficiente. Il cronista ha detto che è sotto il suo standard, si vede che legge un certo giornale, non è scontato quale, o lo è? Tra i titolari auspico il rientro di Ragatzu, sul quale se sbaglio mi corregerete.

Nino Nonnis

 

avatar
500