#8 | A quando le olimpiadi di lamentela?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sport, politica, attualità riletti da un altro punto di vista. La rubrica cinica, ironica e controcorrente di Centotrentuno.com.

Non mi capacito di come alle Olimpiadi ancora non abbiano inserito tra le pratiche sportive la lamentela. Eppure è largamente diffusa, tutti ne conoscono le regole e tutti la praticano, chi più chi meno. Manca una federazione che la rappresenti, ma può essere adottata da una qualsiasi senza problemi. Se accadesse, credo che l’Italia avrebbe la sua medaglia garantita a ogni edizione. La specialità è far sapere a tutti quando qualcosa non interessa. Come? Ovviamente occupandosene, non è forse normale dedicare tempo ed energia a qualcosa che non è interessante? Per poi, magari, trascurare ciò che invece incontra la nostra benevolenza. Altra specialità è far sapere chiaramente a tutti che qualcosa o qualcuno – meglio se generalmente disprezzato, come Vasco, Gigi d’Alessio, la Juventus, i politici (quasi tutti) et similia – ci inorridisce. Beato il giorno che ci esprimeremo per condividere buone opinioni e gioie e farlo di gusto, anche se temo che i social fallirebbero.

Gianni Lamberti

TAG:  S'Arrevesciu