La rincorsa delle donne

Due donne in questi giorni sono l’argomento delle conversazioni cagliaritane: Virginia Saba e Raffaella Lostia.

Chi ama il gossip, tanto più quando ha rilevanza nazionale, spende giusto due paroline sul fidanzamento della giornalista Virginia Saba con il vice premier Di Maio. Insomma, quando si è stufi di parlare di ponti e Tav, si può discutere di castelli, principi e principesse, perché se anche i quotidiani nazionali si sentono in dovere di fare la biografia (e gli affaracci suoi) della fiamma di un politico, beh, allora perché dobbiamo esimerci noi, con magno gaudio delle malelingue cagliaritane.

L’altra signora di cui si chiacchiera ha a che fare con la politica solo perché ci lavora gomito a gomito, in modo più discreto, e sui giornali ci è finita a sua insaputa. Raffaella Lostia, funzionaria dell’Ufficio di Gabinetto del Comune di Cagliari, il 1° maggio per la prima volta nella storia della festa di Sant’Efisio sarà l’Alter Nos o, nel rispetto del linguaggio di genere, l’Altera Nos.

Questa sì che è una notizia. Abbiamo aspettato 362 anni, è uno dei commenti più diffusi tra le donne, ecco, ci siamo arrivate, volendo leggere questa nomina come un segnale di cambiamento. Il sindaco Massimo Zedda ha voluto lasciare il suo incarico con questo omaggio alle donne cagliaritane e sarde, confermandosi amico della parità di genere e forse riconoscendo che grande è stato per lui il sostegno e il lavoro che gli sono stati garantiti dal lavoro e da competenze femminili; durante i suoi mandati, sono state tante le donne cui ha affidato incarichi di responsabilità, pare giusto sottolinearlo. Un riconoscimento anche per chi lavora nella macchina amministrativa comunale, la Lostia è una funzionaria, e avrà la visibilità e il prestigio di un ruolo che, nella processione di Sant’Efisio, è stato affidato principalmente a chi aveva incarichi politici.

E’ una sorta di prolungamento dell’8 marzo, che vede le donne continuare a occupare la città, ora con la corsa rosa della Solowomenrun, poi con l’Altera Nos e chissà magari con una sindaca per la città di Cagliari, alla fine di maggio.

Così, tanto per buttarla lì.

Mrs. Doolittle