agenzia-garau-centotrentuno
Il Cagliari durate una seduta di allenamento | Foto Centotrentuno

Allenamento Cagliari: si rivede Ciocci, Kourfalidis parzialmente in gruppo

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Un lungo applauso ad accogliere il tecnico Claudio Ranieri, poi l’inizio della terza sessione di allenamento a porte aperte nel Centro Sportivo di Asseminello della stagione. Continua così l’iniziativa del Cagliari per avvicinare i tifosi alla squadra, con i rossoblù che preparano la sfida di sabato 18 contro la Reggina. Ancora a parte Rog, Pavoletti, Viola e Luvumbo, parzialmente in gruppo Kourfalidis.

I lavori

In una mattinata condizionata dal forte vento, dopo i lavori di attivazione, la squadra è stata divisa subito in due gruppi per una partita su campo ridotto da svolgersi con massimo a due tocchi. Da una parte la squadra con la pettorina verde (Aresti, Barreca, Altare, Di Pardo, Caprile, Belloni, Deiola, Masala, Falco, Prelec), dall’altra quella senza (Radunovic, Azzi, Dossena, Obert, Zappa, Lella, Makoumbou, Millico, Mancosu e Lapadula), con Kourfalidis jolly a disposizione di entrambe le formazioni. Un esercizio poi trasformatosi in una partita libera divisa in due tempi da venti minuti, con Kourfalidis che ha raggiunto Delpupo e Viola per lavorare in differenziato. Il tecnico, nonostante la libertà lasciata, ha chiesto alla squadra di provare a tenere basso il numero dei tocchi e creare sin dal palleggio dei difensori la superiorità numerica per spingersi in avanti. “Tre contro due, tre contro uno, che volete di più” ha affermato Ranieri rivolgendosi ad Obert, Azzi e Makoumbou in fase di costruzione. Il vento ha influenzato sulle trame rossoblù, con il primo tempo che si è chiuso sull’1-0 a favore dei verdi grazie a un gol di Falco che ha approfittato di un errore di Dossena. Nel secondo tempo, in cui Lella ha trovato il pareggio con un tiro da fuori area, tra i rossi spazio a Goldaniga al posto di Dossena, con Deiola che ha svestito la pettorina per passare nella squadra composta in maggior parte da elementi titolari nell’ultima gara con l’Ascoli, sostituito tra i verdi da Belloni, squadra cui si è rivisto anche Ciocci tra i pali. Tanta licenza di offendere per Azzi, tutti i 40′ minuti in campo per Obert da centrale, Mancosu leggermente arretrato rispetto alla coppia Lapadula-Millico e un Lella molto propositivo. Questi gli aspetti più evidenti di una mattinata conclusa con l’incontro ravvicinato tra i tifosi e la squadra

Matteo Cardia

 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti