agenzia-garau-centotrentuno

Beach Soccer | L’Italia è campione d’Europa ad Alghero

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Alghero porta fortuna all’Italia del Beach Soccer. Gli Azzurri di Del Duca hanno conquistato il terzo titolo continentale battendo la Spagna per 5-4 alla Beach Arena della città catalana, che nei prossimi giorni ospiterà la Winners Cup.

La Nazionale ha avuto la meglio degli iberici grazie alle reti di Ovidio Alla, Gianmarco Genovali e a Marco Giordani, quest’ultimo autore di una tripletta e premiato come ‘miglior giocatore’ del torneo. L’altro premio individuale, invece, è andato a Leandro Casapieri, eletto ‘miglior portiere’. Anche il presidente della FIGC si è complimentato con gli Azzurri: “Grande Italia – il messaggio di congratuazioni del Presidente Gabriele Gravina -, bravissimo mister Del Duca e tutti gli Azzurri. Siamo sul tetto d’Europa per la terza volta nella storia davanti ad un pubblico straordinario. L’entusiasmo dei supporter sardi, che ha accompagnato l’Italbeach durante tutte le Superfinal, è stato davvero contagioso. Questo incredibile successo è il giusto premio per l’impegno profuso dai ragazzi negli ultimi mesi, così come lo è anche per lo staff federale e quello organizzativo che hanno lavorato con professionalità per rendere indimenticabile questo finale di stagione azzurro”.

La partita –  Nel primo tempo, equilibratissimo, ci vuole un autentico capolavoro di Alla per portare in vantaggio gli Azzurri: rinvio di Dona, Alla, posizionato a centrocampo, si coordina e, in sforbiciata, trafigge proprio il numero 1 spagnolo infiammando la Beach Arena di Alghero. Nella seconda frazione di gioco, gli uomini di Del Duca trovano immediatamente la rete del raddoppio con Giordani che, in rovesciata, trafigge sotto il sette alla sinistra Dona da posizione ravvicinata raccogliendo, giustamente, gli applausi di tutto il pubblico presente. Poco prima del secondo e ultimo intervallo, la Spagna accorcia le distanze con il calcio di punizione di Arias prima che il solito Giordani si avventi rapacemente sul tiro dalla distanza di Casapieri e, di destro, ristabilisca le distanze. Negli ultimi emozionantissimi dodici minuti di gioco, l’Italia, dopo aver trovato il 4° gol grazie al tap in ravvicinato di Genovali, incassa due reti: prima una sfortunata autorete di Giordani, vittima di un rimpallo sulla conclusione dalla distanza di Batis, poi una bella rovesciata dalla media distanza di Oliver. Nel concitatissimo finale, c’è tempo per un altro gol di Giordani, che firma la tripletta, e per la quarta rete spagnola, che consente ad Oliver di fare doppietta, prima del triplice fischio finale.

Italia-Spagna 5-4 (1-0 pt, 2-1 st, 2-3 tt)

Italia: Casapieri; Genovali, Giordani, Bertacca, Remedi | Carpita (GK), Miceli, Sciacca, Fazzini, Zurlo (C), Sassari, Alla.
All.: Emiliano Del Duca.

Spagna: Dona (C); Pedro, Kuman, Antonio, Chiky | Oliver, Arias, David, Domingo, Guisado, Batis, Camacho (GK).
All.: Cristian Méndez.

Arbitro 1: Sérgio Filipe Gomes Soares (POR).
Arbitro 2: Vitalij Gomoloko (LTU).
Arbitro 3: Malte Gerhardt (GER).
Cronometrista: Matthieu Dor (FRA).

Marcatori: 11’pt Alla (I), 2’st Giordani (I), 5’st Arias (S), 7’st Giordani (I), 2’tt Genovali (I), 3’tt aut. Giordani (I), 4’tt Oliver (S), 9’tt Giordani (I), 10’tt Oliver (S).

Ammoniti: 6’pt Kuman (S), 12’st David (S), 12′ Alla (I), 8’tt Camacho (S).
Espulsi: nessuno.

Le Donne chiudono quinte – Le Azzurre, dopo aver battuto 6-2 l’Ucraina, chiudono la fase finale (Superfinal) dell’Europeo (Women’s Euro Beach Soccer League 2023) al 5° posto. Le ragazze di Del Duca passano in vantaggio grazie a Tortarolo, che capitalizza nel migliore dei modo l’assist di Vecchione. Nel secondo tempo, l’Italia trova prima la rete del raddoppio con Pisa, protagonista di un rocambolesco – quanto spettacolare – colpo di testa da centrocampo sul rinvio di Terekh, poi il momentaneo 3-0 con Tainã, abile a realizzare un calcio di punizione con la complicità della numero 22 ucraina. Gli ultimi dodici minuti di gioco, i più movimentati della gara, iniziano con la bellissima rete dalla distanza di Vecchione, alla quale risponde un attimo dopo Klipachenko, prima che Naticchioni, con il mancino di prima intenzione, disegni un pallonetto da distanza siderale, che si spegne sotto il sette alla sinistra. Nel finale, dopo il secondo e ultimo gol ucraino firmato da Kostiuk, c’è tempo per il calcio di rigore messo a segno, con il destro, da Privitera, quest’ultima eletta migliore marcatrice della competizione – insieme alla ceca Michaela Čulová – con 8 reti.

Italia-Ucraina 6-2 (1-0 pt, 2-0 st, 3-2 tt)

Italia: Galloni; Ferrazza, Vecchione, Privitera, Tortarolo | Ruotolo (GK), Pisa, Maiorca, Tainã, Olivieri (C), Cirri, Naticchioni.
All.: Emiliano Del Duca.

Ucraina: Terekh; Dekhtiar (C), Kostiuk, Volovenko, Dubytska | Klipachenko, Tykhonova, Vypasniak, Kyrylchuk.
All.: Artem Kryvoruchko (in sostituzione dello squalificato Yurii Klimenko).

Arbitro 1: Annett Unterbeck (GER).
Arbitro 2: Mehdi Sayoud (BEL).
Arbitro 3: Vitalij Gomolko (LTU).
Cronometrista: Malte Gerhardt (GER).

Marcatrici: 8’pt Tortarolo (I), 4’st Pisa (I), 7’st Tainã (I), 1’tt Vecchione (I), 1’tt Klipachenko (U), 6’tt Naticchioni (I), 7’tt Kostiuk (U), 10’tt rig. Privitera (I).

Ammoniti: 11’pt Tainã (I), 11’st Ferrazza (I), 20’tt Tykhonova (U).
Espulsi: nessuno.

Note: calci d’angolo 2-2.

La Redazione

TAG:  Beach Soccer
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti