agenzia-garau-centotrentuno

Eccellenza | Il Budoni allunga, prima vittoria per il Carbonia

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
playoff
signorino

Primo turno infrasettimanale della stagione per l’Eccellenza sarda, scesa in campo nella giornata di oggi mercoledì 7 settembre. Terzo turno di campionato che ha visto l’Ossese riposare, ma che soprattutto ha visto rallentare Lanusei, Ferrini e Villacidrese, con il Budoni che ora guida in solitaria la classifica.

I risultati

Li Punti – Budoni 0-1
Vittoria di misura ma fondamentale per il Budoni di mister Cerbone che trova il primo allungo sulle altre pretendenti al campionato. Dopo un primo tempo condotto sul piano del gioco, con un paio di rischi in contropiede, la capolista è riuscita ad avere la meglio dei padroni di casa solo al minuto novanta grazie a un gol di Sandro Scioni. 

Ferrini Cagliari – Iglesias 0-0
I cagliaritani sono stati bloccati sul pareggio per 0-0 dall’Iglesias, arrivato nel capoluogo senza alcun timore reverenziale. Gli ospiti hanno giocato una partita propositiva, rischiando di trovare il gol vittoria quasi allo scadere con un tiro dalla distanza di Filippi. Prima partita senza reti per Podda e compagni. 

Lanusei – San Teodoro Porto Rotondo 1-1
Fermato sul pareggio, per 1-1, anche il Lanusei che al Lixius non è riuscito ad avere la meglio del San Teodoro-Porto Rotondo. Il risultato è frutto di un botta e risposta accaduto tutto nel primo tempo: a Usai, a segno per i biancorossoverdi, al 37’, ha risposto subito Ruzzittu appena un minuto dopo. 

Villacidrese-Carbonia 0-3
Battuta d’arresto in casa per la Villacidrese, battuta con un pesante 0-3 da un positivo Carbonia che guadagna così i suoi primi tre punti dell’annata. La squadra di Mingioni è andata in vantaggio già al sesto con una punizione di Andrea Porcheddu. Appena dieci minuti più tardi è arrivato lo 0-2 con Gabriele Dore ben liberato al tiro. Una gara controllata dai minerari quella giocata a Villacidro e che già a inizio secondo tempo poteva rischiare di chiudersi definitivamente con il rigore sbagliato da Prieto. La rete del definitivo 0-3 è però comunque arrivata al 90’ grazie a Nicola Serra.

Latte Dolce – Bosa 2-1
Vittoria per il Latte Dolce di mister Giorico, che nel pomeriggio ha avuto la meglio di un combattivo Bosa per 2-1. Vantaggio all’11’ per i padroni di casa con Cabeccia bravo a liberarsi in area di rigore di due difensori avversari. Al 23’ raddoppio con Kaio Piassi dal dischetto. Il Latte Dolce va vicino al terzo gol ma è il Bosa nella ripresa a farsi sempre più pericoloso in un paio di occasioni con Imoh e Faye. Celin colpisce una traversa per i biancoazzurri ma al 90’ Imoh riapre la gara. Nel recupero il Latte Dolce gestisce il palleggio e sale così a quota sette in classifica. 

Ghilarza – Arbus 2-0
Prima vittoria in campionato per il Ghilarza, che supera 2-0 l’Arbus con le reti di Orro e Caddeo. Nonostante l’inferiorità numeri, i padroni di casa per l’espulsione di Caddeo, i padroni di casa hanno portato a casa i primi punti della stagione, staccandosi così dal fondo della graduatoria.

Calangianus-Nuorese 3-1
Anche il Calangianus si toglie dalle sabbie mobili del fondo classifica. Successo per 3-1 per Forzati e compagni sulla Nuorese. Una gara vinta grazie alle reti di Spano, su rigore, Martinello e Ongania. 

Monastir – Taloro Gavoi 2-2
Gara dal doppio volto quella tra Monastir e Taloro Gavoi. Padroni di casa protagonisti e avanti per 2-0 per gran parte del match grazie ai due rigori siglati da Magno e Ligas. I gavoesi sono però riusciti a reagire e trovare il pareggio con i gol di Mele e Falchi, quest’ultimo a sei minuti dalla fine della gara. Gli uomini di Fadda salgono così a quota 4, lontani però dalle posizioni di testa dello scorso anno. Primo punto in campionato per il Monastir.

Tharros – Sant’Elena 2-1
Preziosa vittoria casalinga della Tharros, la seconda consecutiva davanti ai propri tifosi, che consente agli oristanesi di riscattare la sconfitta in trasferta con il Porto Rotondo e di portarsi al 6° posto in classifica a -3 dalla vetta. Al Comunale i biancorossi si impongono 2-1 sul Sant’Elena e succede tutto o quasi nel primo tempo. Biancorossi avanti al 15′: verticalizzazione di 40 metri di Lai per Calaresu, che è abile a controllare il pallone sulla sinistra dell’area avversaria e a servire un assist al cioccolatino a Fadda, che dall’altra parte calcia di interno piede e spiazza Palumbo. Il Sant’Elena prova ad alzare il baricentro e paga dazio nei confronti di Atzori: il numero 10 biancorosso anticipa Porta poco oltre la metà campo, si invola palla al piede, sterza a destra per evitare l’intervento di un difensore, aggira anche Palumbo e con una freddezza sorprendente completa il suo capolavoro insaccando da posizione defilata. Il bellissimo gol non abbatte il Sant’Elena, che, anzi, reagisce, e riapre i giochi al 39′: cross teso dalla destra di Delogu e stacco di testa vincente di Caboni. La ripresa vede la Tharros cercare di gestire il vantaggio e i biancoverdi spingersi in avanti ad acciuffare il pareggio. Stevanato si mette in evidenza con alcune parate decisive, ma Lasi la combina grossa atterrando in piena area Caboni al 60′. Per l’arbitro è rigore, calcia Ragatzu che colpisce in pieno il palo e sulla ribattuta del legno si trova in fuorigioco. Il Sant’Elena spinge fino alla fine, con Mboup che spreca più volte sottoporta e Stevanato che vola a mettere in corner una punizione dalla distanza battuta con le tre dita da Filipe Silva. I biancorossi nel finale restano anche in 10 uomini per l’espulsione comminata a Calaresu per doppia ammonizione, ma si difendono con ordine e conquistano 3 punti importanti per il proseguo della stagione.

Classifica

Budoni 9; Ferrini, Latte Dolce, Lanusei 7; Villacidrese, Tharros 6; San Teodoro-Porto Rotondo 5; Bosa, Ossese, Taloro Gavoi 4; Ghilarza, Carbonia, Calangianus 3; Sant’Elena 2; Li Punti, Monteponi Iglesias, Kosmoto Monastir, Nuorese 1; Arbus 0.

La Redazione

TAG:  Eccellenza
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti