agenzia-garau-centotrentuno
Un'esultanza dell'Ossese | Foto Polisportiva Ossese

Eccellenza | L’Ossese continua a vincere, primo successo per la Nuorese

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
playoff

Si completa il quadro della nona giornata di campionato, dopo l’antipasto di sabato 8 ottobre con l’attenzione focalizzata sul big match tra Latte Dolce e Budoni finito in trionfo per i sassaresi.

Operazione aggancio per l’Ossese che vince e conquista il terzo posto; vittorie pesanti in chiave playoff anche per Iglesias e Tharros; pareggio che serve a poco tra Ghilarza e Lanusei ma anche tra Li Punti, ancora senza vittorie, e Sant’Elena; prima, importantissima vittoria per la Nuorese.

Ossese-San Teodoro PR 2-1

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per i bianconeri, al quarto successo consecutivo, ancora con un solo gol di scarto. In questo caso però la vittoria vale doppio, sia perché significa aggancio alla Villacidrese al terzo posto ma soprattutto perché moralmente sono 3 punti importanti arrivati in rimonta su un ottimo San Teodoro PR, che ha dimostrato ancora una volta di essere squadra pericolosa per tutti. Dopo un primo tempo equilibrato, sono gli ospiti a passare in vantaggio al quarto minuto di gioco della ripresa con il solito Mulas, al terzo gol in campionato; squadra di casa che non demorde e arriva prima al pareggio al 29’ con Virdis, al secondo gol dal ritorno a Ossi; secondo gol anche per l’autore del gol partita Chelo, che segna al 40’ minuto e chiude un digiuno che durava dal 28 agosto, ovvero dalla prima giornata.

16 punti, quinta vittoria e seconda miglior difesa per l’Ossese, che può guardare con fiducia i prossimi impegni; sconfitta nel punteggio ma non nel morale per il San Teodoro PR, che rimane bloccata a 11 punti ma sarà una delle mine vaganti del torneo.

Calangianus-Iglesias 0-1

Trasferta vittoriosa per l’Iglesias, che espugna il Signora Chiara di Calangianus e rilancia le ambizioni in chiave play off. Basta una rete di Fanni nel primo tempo per regalare ai rossoblù di Cuccu la vittoria e i 3 punti, riscattando l’opaca prova contro l’Ossese nonostante le assenze di Lepore e Porcu, out per squalifica.

Notte fonda per il Calangianus che non riesce a trovare quella continuità che servirebbe per centrare l’obbiettivo salvezza. Un punto nelle ultime 3 partite e 7 totali in campionato, con un margine sulla zona retrocessione. Tutt’altra musica per i minerari, 14 punti in classifica e un pieno di fiducia per le prossime gare.

Monastir-Tharros 0-2

Risposta convincente della Tharros dopo le ultime 2 sconfitte contro Villacidrese e Ghilarza. A Monastir la squadra oristanese sblocca il risultato solo nella ripresa, ma prima Grinbaum e subito dopo Calaresu aprono e chiudono le ostilità, regalando alla squadra di Murru 3 punti vitali per la rincorsa alle posizioni migliori della griglia playoff; notte fonda invece per il Monastir, da oggi solitaria sul fondo della classifica e incapace di invertire la rotta nonostante la buona volontà mostrata in tutte le partite. Squadra che segna poco ma concede tantissimo, troppi i 21 gol subiti in 8 gare per una squadra che deve mantenere la categoria.

Tharros che invece sale a quota 15, a -1 dal duo Ossese-Villacidrese con una particolarità, è insieme al Budoni l’unica squadra a non aver mai visto il segno X nelle sue partite.

Ghilarza-Lanusei 1-1

Punto che non accontenta nessuno, squadre che volevano una vittoria per bissare il successo della settimana scorsa. Succede tutto nel primo tempo: apre Paulis a inizio partita, ribatte Caddeo con il rigore che mette in equilibrio il punteggio.

Una vittoria avrebbe significato per il Ghilarza l’aggancio al terzo posto, mentre per il Lanusei sarebbero stati 3 punti fondamentali per cercare quella continuità di inizio stagione persa nella seconda metà del mese di settembre. Squadre che comunque concedono molto poco, con il Ghilarza che si conferma squadra molto ostica da dominare. Anche il Lanusei, tuttavia, ha dimostrato di non essere da meno.

Nuorese-Arbus 1-0

Finalmente Nuorese! Prima, fondamentale vittoria per i barbaricini, che al Frogheri hanno la meglio su un Arbus mai domo. Tre punti punti fondamentali per i verdazzurri per cominciare una rincorsa salvezza che sembrava utopia solo qualche settimana fa. E la rincorsa comincia con uno degli ultimi arrivati: a decidere la sfida è stata infatti una rete di Nicol al 62’, con il classico gol dell’ex. Una marcatura che regala alla formazione di Picconi i primi 3 punti del proprio campionato.

Vittoria che ha un significato importante perché la Nuorese aggancia così il Li Punti, unica squadra con cui i nuoresi erano andati a punti. Ancora pochi i gol segnati (appena 4 in 8 partite) ma vittoria che dà fiducia a un ambiente scoraggiato dopo tutte le vicissitudini dell’ultima estate. Arbus che invece resta a 8 punti in classifica: non perde posizioni ma non ne guadagna.

Li Punti – Sant’Elena 0-0

Li Punti formichina. Mancano ancora le vittorie (ancora nessuna dopo 8 partite) a una squadra che però rimane difficile da sovrastare. Altro 0-0 contro un Sant’Elena che accetta volentieri questo punto per muovere un po’ la classifica e provare a dare continuità alle proprie prestazioni.

Sant’Elena che arriva così a cifra tonda a quota 10, poco fuori la zona play out, mentre il Li Punti paga la scarsa vena realizzativa (appena 5 gol segnati) e viene agganciata al terz’ultimo posto dalla Nuorese.

Classifica: Latte Dolce 22, Budoni 21, Ossese e Villacidrese 16, Tharros 15, Iglesias e Ghilarza 14, Lanusei, Ferrini e Taloro 13, Bosa 12, Carbonia e San Teodoro PR 11, Sant’Elena 10, Arbus 8, Calangianus 7, Li Punti e Nuorese 4, Monastir 1

Stefano Piras

TAG:  Eccellenza
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti