agenzia-garau-centotrentuno

IL CONSIGLIO | Jann-Fiete Arp

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La rubrica di Centotrentuno.com che propone dei profili potenzialmente utili al Cagliari in sede di calciomercato

Il Cagliari ha bisogno nell’immediato di calciatori in grado di fornire cambio di passo, imprevedibilità e gol. La situazione in classifica, con la salvezza ancora da blindare e gli avversari che lavorano alacremente per migliorarsi, impone di trovare elementi pronti all’uso, un po’ come il sin qui unico arrivato Valter Birsa. Di acquisto, però, ne è stato fatto anche un altro in prospettiva: il polacco Sebastian Walukiewicz.

Coetaneo di questi è il tedesco Jan-Fiete Arp, classe 2000 che è considerato uno dei prospetti più interessanti del calcio tedesco.

LA CARRIERA – Straordinariamente prolifico a livello U17 con la Nazionale teutonica, ha segnato due reti in nove partite di Bundesliga, non evitando però la retrocessione della sua squadra, l’Amburgo. E’ una delle più grandi speranze della Germania del futuro, considerato uno dei migliori giovani del vivaio tedesco. La stagione passata è stata da ricordare, con l’esordio in Bundesliga e caterve di goal nelle nazionali giovanili. Ad agosto sembrava fatto il trasferimento al Bayern Monaco, poi saltato, e forse questo è stato foriero di uno shock che si è fatto sentire nella prima parte della annata in corso, dove ancora non è riuscito a timbrare il cartellino.

COME GIOCA – Alto un metro e 84, dotato di ottimo fiuto del goal, per un club come il Cagliari potrebbe trattarsi di un colpo in sordina (ma non troppo) sullo scenario europeo. Per ora ha giocato solo nel campionato tedesco, ma è un talento cristallino e cercare di farlo sbocciare fuori dai confini natii potrebbe valerne la pena.

CURIOSITÀ – Con l’Amburgo i rapporti per il Cagliari non sarebbero malvagi, visto il pregresso sul fronte Ekdal che si era anche riscaldato nell’estate scorsa. Valore: 8 milioni di euro, contratto fino a giugno 2020 (fonte Transfermarkt).

Fabio Frongia