agenzia-garau-centotrentuno
Maria Sole Ferrieri Caputi arbitro di Cagliari-Parma | Foto Luigi Canu

La Moviola | Ferrieri Caputi salvata dal VAR in un Cagliari-Parma senza problemi

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Arbitro giovane ed emergente per la sfida tra Cagliari e Parma, terminata con il punteggio di 1 a 1. Maria Sole Ferrieri Caputi è stata protagonista di una direzione sufficiente, anche se non sono mancati alcuni errori. Bene la gestione generale, bene il dialogo con i calciatori in campo anche nei pochi momenti di tensione.

Errore e VAR
Quarta direzione in Serie B per la direttrice di gara livornese, seconda in carriera con il Cagliari in campo dopo la sfida di Coppa Italia della passata stagione contro il Cittadella. Una partita sostanzialmente corretta, non difficile, ma comunque con alcune criticità. Al 4′ richiamo per Juric, reo di un intervento duro ai danni di Lapadula all’altezza della metà campo. Al 19′ arriva il gol del Parma, ma dopo un check con il VAR Eugenio Abbattista di Molfetta l’arbitro si reca al monitor per rivedere l’azione. Errore grave quello di Ferrieri Caputi che non vede il chiaro intervento con la mano di Man a inizio azione. Dopo un minuto davanti alle immagini – con il VAR che non mostra al fischietto classe ’90 quella più evidente – arriva il giusto annullamento della rete. Fallo che era apparso evidente già in diretta, con l’arbitro in ottima posizione che inspiegabilmente non rileva l’infrazione del giocatore romeno. Al 34′ il primo giallo dell’incontro, è per il portiere del Parma Chichizola a riceverlo per proteste dopo il mancato cartellino a Obert. Lo slovacco aveva appena fermato Camara, ma essendosi concretizzato il vantaggio è giusta la decisione di non ammonire il giocatore ad azione conclusa da parte di Ferrieri Caputi. Al 39′ vibranti proteste del Cagliari per un’entrata di Balogh in area parmense su Lapadula. Intervento che però è sul pallone, sfera che cambia direzione e non è più nella disponibilità dell’attaccante rossoblù poi toccato dal difensore avversario. Giusto assegnare l’angolo, decisione confermata dopo il silent check con il VAR.

Cartellini pesanti
La ripresa non offre spunti decisivi per io risultato, ma nonostante ciò non sono mancate le decisioni dubbie. Al 50′ corretto il giallo mostrato a Pavoletti, l’attaccante conferma la decisione dopo un’entrata dura e in ritardo sulla caviglia di Bernabé. Sei minuti dopo potrebbe starci l’ammonizione ai danni di Oosterwelde, il gomito alto impatta sul viso di Kourfalidis. Ferrieri Caputi grazie però l’esterno ducale, mentre così non avviene al 60′ quando Nández riceve un cartellino pesante. Il numero 8 rossoblù, dopo un contrasto con un avversario, nel rialzarsi sembra commettere il classico pestone, anche se il tutto non appare volontario. Giallo che costringerà Nández, diffidato, a saltare la gara contro la Ternana. Al 66′ ancora protagonisti il León e Oosterwolde, con quest’ultimo che entra in ritardo sul centrocampista di casa. Niente giallo, ma sarebbe stata probabilmente corretta la sanzione. Ammonizione che arriva al 71′ per Juric per un’entrata sempre su Nández, ma in questo caso il cartellino sembra alquanto eccessivo. Giusto invece quello mostrato due minuti dopo a Osorio per un fallo da dietro su Lapadula. Qualche rischio per il difensore del Parma, un classico intervento da arancione dritto sulla caviglia con il pallone ormai lontano.

Matteo Zizola

 
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti