agenzia-garau-centotrentuno
Davide Nicola, allenatore dell'Empoli | Foto FC Empoli

Panchina Cagliari | Giulini vuole Nicola, Bonato prova ad anticipare l’Empoli

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

In casa Cagliari prosegue il casting per la panchina, alla ricerca di colui che raccoglierà il testimone (scomodo, va detto) di Claudio Ranieri. I dirigenti rossoblù cercano un allenatore che sappia anche essere un po’ un bravo maestro e un consigliere per i suoi giocatori. Un tecnico che abbia la passione del lavoro con i calciatori più giovani e infine un profilo che non sia di rottura con il clima di famiglia e coesione creato da Ranieri in questo anno e mezzo. In poche parole un gestore e uomo di spogliatoio, non un sergente di ferro. Per un Cagliari che vuole dare continuità alle solide basi gettate da sir Claudio nell’ultimo periodo in Sardegna.

Situazione

Fin qui è tutto facile a dirsi e scriversi. Poi però un profilo così va trovato e il Cagliari, con il presidente Tommaso Giulini e il direttore sportivo Nereo Bonato in prima linea, quando ha individuato un allenatore di questo tipo, come nei casi di Marco Baroni o Paolo Vanoli, ha visto il sorpasso di altri club – Lazio per l’ex Verona, Torino per colui che ha portato il Venezia in Serie A – proprio sulla linea del traguardo. Situazioni che stanno caratterizzando un calciomercato degli allenatori che da anni in Serie A non aveva i contorni dell’effetto domino e, soprattutto, dei tentativi di intrusione da parte di diversi club nelle trattative per i vari profili individuati dal club rossoblù. Un contesto che complica ulteriormente una scelta già di per sé complicatissima dalle parti di Asseminello come quella di trovare il degno sostituto di Claudio Ranieri. Con tutti i rischi del caso: polemiche, critiche e malumori di una piazza che è tornata ad essere più attenta su ogni scelta del club dopo un anno e mezzo di idillio in perfetta simbiosi con l’esperto e amato tecnico testaccino.

Nicola

Ed ecco che in un contesto da “ruba-bandiera” anche il Cagliari si è iscritto alla partita, provando a inserirsi nei discorsi di rinnovo tra Davide Nicola e l’Empoli. Il diesse Bonato proverà nelle prossime ore a convincere l’allenatore torinese, cercando un accordo che possa accontentare tutte le parti in causa, con i due club che dovranno interfacciarsi anche per discutere il riscatto di Razvan Marin. Da giorni è previsto un colloquio previsto tra Nicola e la società toscana, che negli ultimi giorni ha già visto salutare il direttore sportivo Pietro Accardi, promesso sposo della Sampdoria. Una situazione che potrebbe cambiare le carte in tavola, anche se nelle scorse settimane lo stesso Nicola aveva dato parola all’Empoli per continuare insieme dopo la bella salvezza centrata al termine di una stagione difficile. Da Empoli c’è fiducia per la conferma in panchina dell’ex Salernitana, ma il Cagliari conta di riuscire a spuntarla. Una situazione in continuo divenire: saranno le varie garanzie messe sul piatto dalle parti a portare a una scelta definitiva da parte di Nicola, profilo che piace molto a Tommaso Giulini. Il patron rossoblù vorrebbe portarlo a Cagliari, anche e soprattutto per l’abilità nel costruire squadre con un’identità attraverso l’utilizzo e la valorizzazione dei giovani, secondo la nuova politica societaria annunciata dallo stesso Giulini dopo la salvezza centrata a Reggio Emilia.

Roberto Pinna

Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
65 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti