agenzia-garau-centotrentuno

Serie C 2024/2025 | I probabili gironi e le rivali della Torres

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Con la vittoria della Carrarese nella finale dei playoff disputata con il Vicenza, il quadro delle promosse in Serie B è completo e la Serie C 2023/2024 ha ufficialmente chiuso i battenti. Ma le emozioni del campionato più grande d’Italia non smettono mai e si pensa già alla prossima stagione. Nella giornata del 5 giugno sono infatti scaduti i termini per la presentazione delle iscrizioni alla Serie C 2024/2025. In attesa di eventuali colpi di scena, sempre dietro l’angolo nelle calde estati della Serie C, andiamo a vedere quali dovrebbero essere le squadre che si sfideranno per approdare in Serie B, con attenzione particolare al possibile girone in cui verrà inserita la Torres di Alfonso Greco.

Le partenze e i nuovi arrivi

Iniziamo con chi ha lasciato, per motivi diversi, la categoria. Mantova, Cesena, Juve Stabia e Carrarese sono salite sul treno diretto verso la Serie B. Direzione opposta, verso l’incubo della Serie D, per 9 formazioni retrocesse: Fiorenzuola, Pro Sesto e Alessandria dal Girone A, Recanatese, Fermana e Olbia dal Girone B, Monterosi, Virtus Francavilla e Brindisi dal Girone C. Rispetto alla scorsa estate, le vicende esterne al campo sembrano al momento condizionare meno la formazione dei tre gironi, con il solo Ancona, questo anno nel Girone B insieme alla Torres, ad essere in bilico per quanto riguarda la partecipazione al prossimo campionato. Lasciano dunque di sicuro la Serie C 13 squadre (in attesa di eventuali sviluppi), così suddivise: 1 formazione sarda, 2 emiliane, 2 lombarde, 2 pugliesi, 2 marchigiane, 1 campana, 1 toscana, 1 piemontese e 1 laziale.

Dalla Serie B invece arrivano le 4 retrocesse Ascoli, Ternana, Feralpisalò e Lecco. Ben più corposo il fronte delle promosse dalla Serie D (9): Alcione Milano, Caldiero Terme, Clodiense, Carpi, Pianese, Campobasso, Cavese, Team Altamura, Trapani. Sono dunque 13 le nuove formazioni candidate ad entrare nell’organico della Lega Pro: 3 lombarde, 2 venete, 1 marchigiana, 1 umbra, 1 emiliana, 1 toscana, 1 molisana, 1 campana, 1 pugliese, 1 siciliana. Al momento dunque la Lombardia guadagnerebbe una rappresentante, mentre il Veneto due. Una in meno invece per Emilia-Romagna, Marche e Puglia. Ma i giochi per la composizione definitiva dei tre gironi di Lega Pro non sono ancora chiusi.

Riammissioni e ripescaggi

Alla scadenza del termine del 5 giugno, tutte le 60 squadre aventi diritto hanno presentato domanda di iscrizione alla Serie C 2024/2025. Compreso l’Ancona, che attende con più apprensione delle altre formazioni il parere della Covisoc, per capire a quale campionato potrà partecipare. Esclusa dunque la possibilità di riammissioni, consentite solo in caso di rinuncia volontaria e riservate solo alle retrocesse dal campionato di Serie C. Svanisce così questa opzione per l’Olbia (qui per approfondimenti).

Ruocco calcia in porta l'1-0 in Torres-Ancona | Foto Alessandro Sanna
Ruocco calcia in porta l’1-0 in Torres-Ancona | Foto Alessandro Sanna

In caso di parere negativo sulla partecipazione alla prossima Serie C delle squadre che hanno presentato domanda di iscrizione, scatterebbe invece il meccanismo dei ripescaggi, che coinvolge squadre provenienti da più realtà. In caso di esclusione dell’Ancona, sarebbe infatti il Milan Under23 ad essere in prima fila per sostituire il club biancorosso. In caso di ulteriori esclusioni, entrerebbero in gioco anche le vincitrici dei playoff di Serie D e le retrocesse dalla Serie C (lo scorso anno è stato il turno del Mantova, promosso poi in Serie B in questa stagione), con anche l’Olbia che potrebbe provare a rientrare in gioco, anche se la situazione appare difficile. Ma l’attualità suggerisce che eventualmente sarà solo la formazione rossonera a raggiungere le colleghe Atalanta U23 e Juventus Next Gen in terza serie. In ogni caso si potrebbe trattare di un percorso lungo e tortuoso, con le eventuali società escluse che potrebbero presentare ricorso contro le decisioni, ritardando la composizione definitiva dei gironi.

I criteri di composizione dei gironi

Ma la fisionomia dei tre gironi, in virtù delle domande di ammissione, è abbastanza delineata e consente di ipotizzare i tre gruppi che andranno a contendersi la promozione in Serie B e capire dunque chi probabilmente affronterà la Torres. Tra i criteri di formazione dei gironi dovrebbe esserci ancora una volta la volontà di favorire i derby, ritenuti importanti sia per l’incremento dello spettacolo che dei ricavi. Alla base ci sarà comunque sempre un criterio di “composizione orizzontale”, con un girone del nord, uno del centro e uno del sud.

Giorico durante Torres-Juventus Next Gen | Foto Alessandro Sanna

L’eventuale inserimento in Serie C del Milan U23 potrebbe però portare un po’ di scompiglio nella composizione dei gironi, in quanto la Lega Pro non ammette due “squadre B” nello stesso girone. Dunque, seguendo la delibera del Consiglio Direttivo della Lega Pro del 10 aprile 2024, Atalanta U23, Juventus NG ed eventualmente il Milan U23 saranno inserite nei tre gironi tramite sorteggio, tenendo però conto del principio dell’alternanza, che prevede che una formazione Under 23 non possa prendere parte al medesimo girone dell’anno precedente. Per farla semplice: la Juventus NG, che nella stagione appena terminata ha giocato nel Girone B, potrà essere inserita o nel Girone A o nel Girone C. L’Atalanta U23 invece, avendo militato nel Girone A, potrà essere sorteggiata o nel Girone B o nel Girone C. Tutte le porte aperte invece per l’eventuale matricola Milan U23.

Il Girone A della Lega Pro 2024/2025

Partiamo dal Girone A, pronto ad accogliere due delle quattro retrocesse dalla Serie B, Feralpisalò e Lecco. Il girone delle squadre settentrionali dovrà però sicuramente cedere almeno una formazione al Girone B, poiché al momento supererebbe il numero massimo di 20 squadre. La maggiore candidata è la Clodiense, squadra di Chioggia, che è la formazione più a sud delle candidate al Girone A. Subito dietro segue la Pergolettese, che dovrebbe però, salvo sorprese, permanere nel girone nord. Nonostante i nuovi arrivi, dovrebbero essere nuovamente Padova, Vicenza e Triestina a contendersi l’ambita promozione, con la Feralpisalò che proverà di nuovo l’impresa dopo la vittoria del 2023.

Un'esultanza di Ferrari, attaccante del Vicenza | Foto Facebook Lega Pro
Un’esultanza di Ferrari, attaccante del Vicenza | Foto Facebook Lega Pro

Questa l’ipotesi di composizione del Girone A di Serie C 2024/2025:

  • Albinoleffe
  • Alcione Milano (promossa dalla Serie D)
  • Arzignagno Valchiampo
  • Caldiero Terme (promossa dalla Serie D)
  • Feralpisalò (retrocessa dalla Serie B)
  • Giana Erminio
  • Juventus NG / Milan U23*
  • Legnago
  • Lecco (retrocessa dalla Serie B)
  • Lumezzane
  • Novara
  • Padova
  • Pergolettese
  • Pro Patria
  • Pro Vercelli
  • Renate
  • Trento
  • Triestina
  • Vicenza
  • Virtus Verona

* in quanto prima candidata agli eventuali ripescaggi

Il Girone B della Lega Pro 2024/2025

È il raggruppamento che dovrebbe riconfermarsi casa della Torres, oltre che quello che ha perso una formazione in più rispetto agli altri gironi, con le promozioni di Cesena e Carrarese. Come nella scorsa stagione accoglierà due retrocesse dalla Serie B su quattro, Ascoli e Ternana, che dovrebbero alzare ulteriormente il livello della contesa. Ma potrebbe allo stesso tempo essere il girone che accoglierà il maggior numero di neopromosse dalla Serie D. Se infatti si è detto della probabile migrazione della Clodiense dal Girone A al Girone B (o eventualmente della Pergolettese), l’eventuale esclusione dell’Ancona aprirebbe le porte al Campobasso, formazione più a nord delle candidate a far parte del Girone C. Sommando queste due squadre a Carpi e Pianese si arriverebbe dunque a quattro neopromosse su nove. Ma attenzione alla variabile Latina, appena più a sud di Campobasso, con il quale si contenderebbe l’ultimo posto disponibile nel Girone B.

Eyob Zambataro durante SPAL- Torres | Foto Nicolò Farina

Nonostante l’assenza della corazzata Cesena, la Torres deve prepararsi ad un Girone B che si preannuncia forse più ostico della scorsa stagione, con Ascoli e Ternana che proveranno l’immediato ritorno in cadetteria, ma anche con tante formazioni che nella scorsa stagione hanno deluso in parte o del tutto le aspettative e hanno i mezzi per puntare al riscatto. Tra queste il Perugia, il Pescara, la SPAL e l’Entella. Da non sottovalutare inoltre gli ambiziosi Arezzo e Carpi, ed eventualmente il Campobasso, che possono essere delle sorprese.

Questa l’ipotesi di composizione del Girone B di Serie C 2024/2025:

  • Ancona / Campobasso (promossa dalla Serie D) / Latina
  • Arezzo
  • Ascoli (retrocessa dalla Serie B)
  • Atalanta U23 / Milan U23*
  • Carpi (promossa dalla Serie D)
  • Clodiense (promossa dalla Serie D)
  • Gubbio
  • Lucchese
  • Perugia
  • Pescara
  • Pianese (promossa dalla Serie D)
  • Pineto
  • Pontedera
  • Rimini
  • Sestri Levante
  • SPAL
  • Ternana (retrocessa dalla Serie B)
  • TORRES
  • Virtus Entella
  • Vis Pesaro

* in quanto prima candidata agli eventuali ripescaggi

Il Girone C della Lega Pro 2024/2025

In caso di vittoria ai playoff di una tra Avellino e Benevento non si sarebbe potuta escludere a priori la presenza della Torres nel Girone C, fatto che invece al momento risulta abbastanza improbabile. Questo sarà l’unico raggruppamento a non accogliere nessuna retrocessa dalla Serie B, mentre dovrebbero essere tre le formazioni neopromosse dalla Serie D a far parte del nuovo organico (Cavese, Team Altamura e Trapani), con la variabile Campobasso pronta ad aumentare eventualmente il contingente delle matricole. Come detto, il tutto dipende da chi tra Latina e Campobasso verrà inclusa nel Girone B, in caso di esclusione dell’Ancona. Se invece i marchigiani dovessero permanere in Serie C, ecco allora che si chiuderebbero le porte al Milan U23 e di conseguenza sia Campobasso che Latina andrebbero a far parte del Girone C.

Un'esultanza dell'Avellino | Foto Facebook Lega Pro
Un’esultanza dell’Avellino | Foto Facebook Lega Pro

Quello che per tradizione è il girone “più caldo” della terza serie, promette ancora una volta grande spettacolo sugli spalti e non solo, con l’Avellino, grande delusa dei recenti playoff, che proverà ad ottenere la promozione diretta. A contendere la Serie B ai biancoverdi ci sarà di sicuro il Benevento, ma tante altre hanno le potenzialità per inserirsi nella corsa promozione. A partire da Casertana e Taranto, che proveranno a ripetere l’exploit di questa stagione, sino a Catania, Crotone e Foggia, reduci da un campionato altalenante ma pronte a invertire la tendenza. Tra le neopromosse è invece l’ambizioso Trapani che si candida al ruolo di outsider.

Questa l’ipotesi di composizione del Girone C di Serie C 2024/2025:

  • Audace Cerignola
  • Avellino
  • AZ Picerno
  • Benevento
  • Casertana
  • Catania
  • Cavese (promossa dalla Serie D)
  • Crotone
  • Foggia
  • Giugliano
  • Juventus NG / Atalanta U23 / Milan U23*
  • Latina / Campobasso (promossa dalla Serie D)
  • Messina
  • Monopoli
  • Potenza
  • Sorrento
  • Taranto
  • Team Altamura (promossa dalla Serie D)
  • Trapani (promossa dalla Serie D)
  • Turris

* in quanto prima candidata agli eventuali ripescaggi

Come ribadito, bisogna attendere gli sviluppi delle vicende esterne al campo di gioco per avere un quadro definitivo della composizione dei tre gironi, anche se sembra che almeno per questa estate le variabili siano ridotte al minimo, salvo imprevisti. In ogni caso, per Sassari e per la Torres la Serie C 2024/2025 è già iniziata.

Andrea Finiu

TAG:  Serie C Torres
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti