agenzia-garau-centotrentuno
Fabriani in Torres-Ancona | Foto Alessandro Sanna

Torres | Assenze e soluzioni: senza Idda Greco cerca continuità in difesa

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Ennesimo banco di prova per la difesa della Torres, altra sfida in cui il braccetto a tre della retroguardia sassarese dovrà fare fronte a un’assenza. In vista del prossimo turno di campionato, come capitato nelle sfide contro Pontedera, Pescara, Spal e Virtus Entella, Alfonso Greco dovrà rinunciare all’esperto Riccardo Idda. Se nelle precedenti quattro occasioni il numero 14 dei rossoblù ha fatto da spettatore per una frattura alla mano che lo ha costretto all’operazione, questa volta dovrà rimanere ai box per squalifica. Una situazione quindi non nuova per il tecnico romano ma anche per Cristian Fabriani, con il numero 30 dei sassaresi che sarà chiamato ancora una volta a dare dimostrazione di affidabilità per rimpiazzare il difensore classe 1988.

Soluzioni

Porte girevoli quindi nella difesa della Torres a cavallo tra la sfida contro la Fermana e quella di domenica 10 dicembre alle ore 14.00 contro l’Arezzo, con Idda che prenderà il posto di Dametto tra gli indisponibili per squalifica. Nelle occasioni in cui il difensore algherese ha dovuto alzare bandiera bianca durante la stagione, a farne le veci sono stati a turno Fabriani e Siniega, con il passaggio di testimone tra i due che è avvenuto durante l’intervallo del match pareggiato in rimonta contro la Spal per 1-1. Se contro Pontedera e Pescara il numero 30 dei rossoblù aveva ben dimostrato, dando le giuste garanzie a Greco sia in termini di copertura che personalità, nel difficile match contro la squadra allenata da Leonardo Colucci sono emerse alcune incertezze. Disattenzioni e ritardi in copertura colmati da Siniega nella seconda frazione contro gli spallini. Una buona prestazione che è valsa al calciatore classe 2001 la conferma come titolare nel match successivo perso per 2-0 in casa della Virtus Entella. Una sfida di Chiavari che però il calciatore toscano non è stato in grado di sfruttare al meglio. La giornata no dei rossoblù, unita ad alcune disattenzioni di Siniega, hanno portato Greco a fare affidamento su Fabriani per sopperire all’assenza di Dametto nell’ultimo match di campionato contro la Fermana.

Risultati

Focalizzandosi sotto l’aspetto dei risultati, nelle quattro gare in cui Idda è stato assente per infortunio, i rossoblù hanno totalizzato uno score di 1 vittoria (in casa del Pescara per 2-1), due pareggi (contro Pontedera e Spal) e una sconfitta contro la Virtus Entella. Un ruolino di marcia che, all’indomani della sfida di Chiavari, ha consentito al Cesena di raggiungere in vetta i rossoblù. Un’indisponibilità che ha pesato, considerando quindi il rendimento dei sassaresi, ma che non è stata l’unica. Infatti a quella del numero 14 rossoblù si sono aggiunti anche i forfait dei vari Mastinu, Zecca, Liviero e Scotto. Una serie di sfortunati eventi che hanno portato gioco forza la Torres ad avere un calo rispetto al ritmo tenuto dal Cesena. Tra i problemi principali di quegli incontri, a partire dal match contro la Spal, c’è stata la mancanza di attenzione nei primi minuti della gara. Antonelli e compagni infatti, contro Spal e Virtus Entella, hanno subito il gol dello svantaggio rispettivamente al 4′ e al 6′. Approccio sbagliato che ha di fatto permesso agli emiliani e ai liguri di indirizzare la gara in loro favore, chiudendosi in difesa e scombinando il piano gara dei sassaresi.

Duttilità

Tra le sorprese di questa stagione in casa Torres c’è sicuramente Cristian Fabriani. Il calciatore classe 2001 in campionato ha totalizzato 14 presenze – 2 in più di Idda -, rendendolo di fatto il secondo difensore più utilizzato da Greco insieme a Dametto, alle spalle di Antonelli (15). Buone prestazioni che si sono alternate anche a momenti di appannamento che però, grazie alla sua duttilità, hanno permesso al tecnico romano di avere sempre un porto sicuro sul quale fare affidamento. Da esterno tutta fascia per sostituire Zecca contro Ancona e Vis Pesaro, a centrale nella difesa a tre per rimpiazzare Idda o Dametto, giocando anche come centrale difensivo in una linea a quattro insieme ad Antonelli nel secondo tempo della sfida di Fermo. Nell’immediato futuro la sfida contro l’Arezzo, una prova importante per il numero 30 della Torres che dopo aver fatto ben vedere sia per attenzione che carattere nell’ultimo impegno di campionato, sarà chiamato a fare lo step successivo alla voce continuità. Greco ha bisogno del miglior Fabriani per blindare la propria difesa e arrivare così al match di Cesena con la possibilità di scalzare i bianconeri dalla vetta della classifica.

Andrea Olmeo

TAG:  Serie C Torres
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti