agenzia-garau-centotrentuno

Cagliari, Augello: “Buon momento, ma non siamo ancora salvi. Ranieri? Un fenomeno”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Il terzino sinistro del Cagliari, Tommaso Augello, è intervenuto durante la trasmissione DAZN Talks Serie A per analizzare la stagione dei rossoblù sotto la guida di Claudio Ranieri. Queste le sue dichiarazioni.

Sull’esperienza al Cagliari

“Sono molto contento e felice dell’esperienza che sto vivendo qui a Cagliari. A parte una città bellissima, ho trovato un ambiente unico, con un gruppo di ragazzi perbene, uno staff che già conoscevo dai tempi della Sampdoria e un centro sportivo all’avanguardia. Spero di concludere al meglio quest’annata”.

Sul rapporto con i tifosi

“È una particolarità che non ha nessuno. C’è un’intera regione che tifa per noi. Dovunque vai la gente è attaccata a questa maglia. In casa facciamo quasi sempre il tutto esaurito e in trasferta vengono a vederci tante persone”.

Sul rendimento del Cagliari tra casa e trasferta

“Tanta squadre in questo campionato di Serie A hanno fatto più punti i casa che fuori però da noi è una cosa abbastanza evidente”.

Su Ranieri

“Ranieri è sempre sul pezzo dal primo minuto fino al novantesimo, capisce cosa va e cosa non va, cambiando magari qualcosa durante la partita. Penso sia un fenomeno in questo tipo di situazione e lo dimostra con i cambi, con i cambi di modulo e con i giocatori che entrano dalla panchina e fanno gol. Ranieri per noi è un valore aggiunto. Al di là delle squadre top che hanno dei grandi allenatori, Ranieri non ha nulla da invidiare a loro. Io l’ho avuto alla Sampdoria e quando ho saputo del suo arrivo mi emozionai molto, anche perché era il mio primo anno in A. Noi dobbiamo solo ringraziarlo perché lui è qui al Cagliari”

Sulla svolta salvezza

“La svolta del nostro campionato è arrivata dopo la gara che abbiamo perso contro la Lazio. Siamo andati poi a Udine, dove abbiamo fatto una grande prova. Nelle successive nove partite, abbiamo perso soltanto contro il Monza con un gran gol di Maldini. Ranieri ci sta dando un’identità precisa, lo stiamo seguendo alla grande, fisicamente stiamo bene e questo viene dimostrato dalle ultime tre partite che abbiamo fatto, totalizzando 5 punti contro tre big come Atalanta, Inter e Juventus”.

Sul finale di campionato

“Le ultime tre gare contro le big del campionato sono cancellate. Indubbiamente ci hanno aumentato l’autostima e il morale. Sicuramente questi risultati ci permetteranno di affrontare gare importanti come quella contro il Milan a San Siro”.

Sulla stagione del Cagliari

“Abbiamo raddrizzato la stagione, sono d’accordo. L’inizio è stato difficile anche perché il calendario non era a nostro favore. Da qui però a dire che siamo fuori dalla zona retrocessione è sbagliato. Basta che vinca la terzultima e siamo di nuovo a -1 dalla zona retrocessione. Dobbiamo riuscire a tenere una certa distanza dalla terzultima fino alla fine della stagione”.

Sul momento del Cagliari

È un buon momento per noi e al campo la squadra si sta dimostrando entusiasta per questo. Dobbiamo proseguire così perché avere il morale alto è importante, dentro e fuori dal campo. Qua c’è un bel gruppo e quindi dobbiamo essere sereni e tranquilli perché ci aspettano due partite importanti. Fare punti contro Genoa e Lecce significherebbe mettere un ulteriore tassello sulla nostra salvezza”.

Sui compagni di squadra

“Nández è sempre in clima partita e ci dà una carica incredibile. Viola è un personaggio incredibile, sorridente, sempre sul pezzo, è un professionista esemplare e quando è subentrato ha sempre segnato dei gol pesanti. Lapadula? Adesso sta davvero bene dopo un momento non semplice. Anche lui quando è entrato a San Siro contro l’Inter ha cambiato la partita e ha fatto una gran prestazione. Pavoletti? Lui ci ha sempre dato una mano anche se ultimamente stava giocando di meno. È un giocatore importantissimo per noi. Non averlo in allenamento e in campo nelle trasferte è un vero peccato”.

Sul futuro

“In generale guardo al presente, mi sento bene fisicamente e vorrei stare a lungo qua al Cagliari, riuscendo a diventare un giocatore importante per questa squadra. Spero di riuscirci”.

La Redazione

Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti