agenzia-garau-centotrentuno
semplici-cagliari-pejo

Cagliari, Semplici: “Nandez è convocato, vedrò se schierarlo dall’inizio”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Conferenza stampa della vigilia per Leonardo Semplici che ha parlato in vista di Cagliari-Spezia, partita che aprirà la Serie A dei rossoblù.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

rivivi la diretta testuale della conferenza stampa con gli aggiornamenti automatici

a cura di Roberto Pinna

Finisce qui la conferenza stampa

Ha mai alzato la voce per chiedere dei rinforzi? A livello di gioco stanno arrivando pochi palloni ai due attaccanti? “Con il Pisa è stato un buon test ma abbiamo notato dell’aspetto offensivo e ci stiamo lavorando. Per Pavoletti, ad esempio, sono arrivati tanti cross ma dobbiamo migliorare la qualità e la densità dentro l’area. Dobbiamo migliorare e mettere in condizione Joao Pedro di esprimersi al meglio. Non ho mai alzato la voce, so com’è il mondo del calcio. Un mister fa le sue richieste ma la società ha un budget e lo deve rispettare. Io sono un dipendente e condivido la volontà di fare le cose nel migliore dei modi. Nei miei sogni mi sarebbe piaciuto allenare giocatori diversi ma io non sogno e guardo la realtà e i giocatori che ho ora sono i migliori del mondo. Ci avviciniamo a disputare una stagione importante. C’è la voglia di rivincita sull’anno scorso per fare delle cose buone”.

Cosa cambia a iniziare la stagione e non da subentrato? Un parere sulla mediana con Marin e Strootman? “Sono due giocatori importantissimi. Marin sta crescendo tanto, sta trovando le sue caratteristiche in campo e le sta esaltando. Forse fino a prima del mio arrivo aveva avuto delle difficoltà e invece ora sta facendo bene. Strootman lo conoscevamo, il suo arrivo è importante a livello umano e dell’esperienza. Può essere un giocatore chiave, me lo auguro. Parlando con lui mi ha detto mi auguro che lei non sia soddisfatto solo del mio arrivo ma che a fine stagione sia felice del mio rendimento. La differenza tra l’inizio e il subentro è importante, ora conosco l’ambiente, le nostre difficoltà e da questi aspetti stiamo provando a ripartire nella giusta maniera. Prendendo il buono della scorsa stagione ma con una nuova mentalità e delle nuove idee in campo”.

Quanto pesa da allenatore arrivare a inizio campionato con la squadra ancora non completa? “Chiaro che da parte mia ci sarebbe il desiderio di avere la squadra pronta da subito ma nemmeno le grandi squadre hanno questa possibilità. Dobbiamo convivere con questo momento. Mi auguro che nel finale di mercato si avverino quelle situazioni che tutti noi, a partire dalla società, vogliamo per fare un campionato competitivo”.

Obiettivo salvezza tranquilla? Cosa la spaventa di uno Spezia che si conosce poco? “Dobbiamo ripartire dalla mentalità delle ultime gare, dobbiamo lasciar perdere l’io e mettere davanti il noi. Ho giocato contro il Genoa di Thiago Motta e vidi da subito la mano dell’allenatore. Una squadra propositiva e per me loro avranno grande entusiasmo. Anche il fatto di non avere pressioni potrebbe essere non per forza uno svantaggio, possono essere imprevedibili. La cosa importante sarà il nostro spirito, la nostra cattiveria agonistica”.

Problematiche con Godin risolte, ha usato il c’era… Nandez può partire titolare? “Godin ha sempre fatto parte del Cagliari, si sono chiariti con la società e di comune accordo andiamo avanti. Erano problematiche extra campo e per me era sempre stato dentro il progetto. Nandez si è sempre allenato con noi, ha fatto tutti gli allenamenti ed è nella condizione di scendere in campo”.

L’anno scorso la sfida di ritorno allo Spezia mise in bilico la salvezza, avete pensato a una vendetta? “Ricordiamo quella partita per alcuni aspetti tattici. Ma questa è una nuova stagione, non c’è una rivalità particolare”.

Quanto aiuterà il ritorno dei tifosi allo stadio? “Credo che il connubio con i tifosi sia fondamentale, sta a noi farli diventare il nostro dodicesimo uomo in campo. Ci aspetta un campionato bello ma allo stesso tempo difficile. Domenica dopo domenica proveremo ad accontentarli”.

Modulo: con il 3-5-2 o con il 3-4-1-2? “Valutiamo a seconda delle partite, in base all’avversario e dalle caratteristiche di alcuni giocatori nostri. Poi sta a me capire i possibili cambiamenti”

Nandez sarà convocato? E Grassi, e Godin? “Godin è un giocatore di grande valore. C’era una problematica economica tra il giocatore e la società ma lui fa parte del Cagliari. Grassi ci sarà tra i convocati perché deve vivere il gruppo. Chiaro che ha bisogno di tempo per trovare la condizione. Nandez sarà convocato, c’è stato un chiarimento con il presidente e ha chiesto scusa. Quindi è disponibile”.

Cosa si aspetta dal gruppo per questa gara? Le uscite di mercato possono condizionare le scelte? “Parlando di mercato: l’allenatore d’accordo con la società ha fatto delle richieste per allestire una rosa competitiva. Ma è chiaro che la società ha speso tanti soldi in questi anni e il momento pandemico ci impediscono di fare alcune operazioni. Ma da parte di tutti c’è la voglia di fare una rosa competitiva. Bisognerà fare di necessità virtù ma vogliamo fare alcune cose sia in entrata che in uscita per essere competitivi. Valuteremo partita dopo partita a partire da domani alcune partenze e mi auguro alcuni arrivi. Ma per ora penso solo allo Spezia. Voglio vedere quello che ho intravisto in queste partite iniziali. Dobbiamo provare a fare la gara rispettando l’avversario e sapendo soffrire. Voglio una mentalità offensiva. Ma deve arrivare anche un risultato positivo”.

Dopo la salvezza si inizia contro lo Spezia che ha fatto solo una partita amichevole, può essere un rischio per voi la loro voglia? “Da fuori è difficile dirlo, perché non abbiamo vissuto il loro momento. Hanno preso un allenatore di valore che fa un determinato tipo di gioco. Noi dovremo fare la gara con una certa mentalità ma pensiamo ad affrontare una squadra con dei valori. Vogliamo partire con il piede giusto”.

Inizia la conferenza stampa

16.25 – Circa cinque minuti ancora di attesa prima del collegamento dalla sala stampa del centro sportivo di Asseminello

16.15 – Problemi intanto in Belgio per Radja Nainggolan. Il neo centrocampista dell’Anversa è stato fermato per guida in stato di ebrezza (qui la news completa).

16.10Qualche dato sulla sfida della Unipol Domus:

● Lo Spezia è rimasto imbattuto nelle due sfide dello scorso campionato contro il Cagliari: pareggio per 2-2
all’andata in Sardegna e vittoria per 2-1 al Picco nella gara di ritorno.
● Il Cagliari ha vinto solo una delle sue ultime otto gare d’esordio stagionale in Serie A: 2-1 contro l’Atalanta
nel 2013 (2N, 5P).
● Lo Spezia ha perso la sua gara d’esordio in Serie A nella scorsa stagione (1-4 vs Sassuolo). I liguri, però,
hanno vinto la loro prima trasferta nella massima serie, diventando la seconda squadra a ottenere il
successo alla prima gara esterna assoluta nella competizione nel XXI secolo, dopo il Chievo di Delneri nel
2001.
● Il Cagliari non ha trovato la via del gol nelle ultime tre partite di campionato, l’ultima volta che non ha segnato
per quattro match di fila in Serie A risale al luglio 2020.
● Lo Spezia è imbattuto da tre gare di campionato (1V, 2N), i liguri non hanno mai registrato quattro match di
fila senza sconfitta in Serie A.
● Tra le squadre presenti nella Serie A 2021/22, lo Spezia è quella che subisce gol da più partite consecutive
(16).
● Il tecnico dello Spezia Thiago Motta ha vinto una sola partita da allenatore in Serie A, nel giorno del suo
esordio da tecnico nel torneo (3-1 del Genoa contro il Brescia nell’ottobre 2019). In quell’occasione tutte le
tre reti dei rossoblù arrivarono da giocatori subentrati dalla panchina.
João Pedro (41 gol) è il miglior marcatore brasiliano nelle ultime tre stagioni nei Top-5 campionati europei
(dal 2018/19) – l’attaccante classe ’92 potrebbe diventare il 5° giocatore nella storia del Cagliari a segnare in
ben sette stagioni diverse in Serie A, dopo Luigi Riva (12) Daniele Conti (11), Nene (10) e Ricciotti Greatti
(sette).
● Nel 2021 Razvan Marin è il giocatore che ha creato più occasioni da gol su calcio piazzato in Serie A (31) –
più in generale solo Ruslan Malinovskiy (59) ha mandato i compagni al tiro più volte del centrocampista del
Cagliari (55) nel periodo.

15.55 – Queste invece le parole di Thiago Motta, allenatore dei liguri, alla vigilia dell’incontro (link).

15.40 – Buon pomeriggio amici di Centotrentuno, tra 50′ vi racconteremo le parole di Leonardo Semplici in conferenza stampa. Domani va in scena il debutto del Cagliari nella Serie A 21-22 contro lo Spezia di Thiago Motta.

 

Al bar dello sport

5 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti