agenzia-garau-centotrentuno
Antonello Restivo, coach della Dinamo Women

Dinamo Women, Restivo: “Faenza? Venite a vederci e abbattiamo i pregiudizi”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Le parole del coach delle Dinamo Women all’antivigilia della gara di campionato al Palaserradimigni contro Faenza. Biancoblù reduci dalle sconfitta contro Bologna, fuori casa, e alla caccia di un acuto importante per continuare a lottare nella corsa ai prossimi playoff.

Sul momento

“Ci aspetta una sfida decisiva, mancano solo due partite e vogliamo solo vincere per andare ai playoff. Io sono un sentimentale e domenica ci servirà togliere tutti i pregiudizi da chi li ha sul basket femminile e vorrei che tutta la città venisse al Palazzetto per centrare l’ennesimo miracolo di questi anni, dopo una stagione ottima in EuroCup. Vorrei ci fosse un omaggio da parte della nostra gente, non sappiamo come andranno le ultime due partite e questo potrebbe essere l’ultimo appuntamento di questo anno. Noi sardi ci teniamo molto a queste cose. In questi anni abbiamo lavorato tantissimo e devo ringraziare il mio staff per i sacrifici fatti in questi anni. Poi arriva il mercato e non sapremo chi ci sarà l’anno prossimo, quindi mi piacerebbe che tutta la città venga ad applaudire queste ragazze. Per il resto proveremo a fare la nostra pallacanestro ma la società lo merita. Sassari vive di pallacanestro ma vorrei si togliesse questo pregiudizio dal basket femminile”. 

Qualche sassolino?

“No, ma si sa che ci sono dei pregiudizi ancora purtroppo nello sport femminile. Ma non c’è nessun sassolino e si vede ovunque non solo qua a Sassari. Abbiamo giocato a Bologna in un deserto totale. Ci sono delle situazioni che a molti non esaltano nel basket femminile. Quando stavo nel basket maschile anche io sbagliavo e pensavo che quello femminile fosse un altro sport. Poi ho aperto gli occhi. Vorrei che venissero al Palazzetto non i soliti noti o le giocatrici e le bambine che praticano questo sport. Vorrei avvicinare anche chi conosce meno il basket femminile al Palazzetto perché questo club e questa società se lo meritano”.

Su Togliani

“L’ho voluta fortemente qua e sono contento della sua crescita. All’inizio ho provato ad utilizzarla insieme a Carangelo e poi quando abbiamo cambiato modo di giocare ho deciso di alternarle. Anna ha ancora tanti margini, come tutte, ma ha fatto una stagione super positiva perché alla fine non è facile snaturarsi nel modo di giocare ma tenere alta l’attenzione e la voglia e lei ci è riuscita. Ha fatto degli step molto importanti e spero possa essere ancora decisiva”. 

Sulla crescita del progetto

“Aumentare l’interesse usando il mercato? Mah, non lo so se è questa la strategia. A Cagliari ho avuto al Cus giocatrici di livello internazionale ma veniva comunque più gente all’allenamento che alla partita. Il mio compito è quello di abbattere i pregiudizi. Spero almeno si possa abbattere questo pregiudizio in una gara per noi chiave per il futuro”.

Chiavi della sfida a Faenza

“Faenza non va assolutamente sottovalutato. Sono un’ottima squadra e hanno fatto un campionato al di sotto delle loro possibilità. Alcune partite le hanno perse solo nel finale e in maniera anche un po’ rocambolesca. Hanno la capacità di attaccare benissimo il ferro uno contro uno. Hanno la capacità di essere efficaci nell’uscita dai blocchi e attaccano anche molto bene da 3 punti. Le chiavi saranno l’intensità e l’aggressività. Dobbiamo essere da subito brave a mettere la partita sui nostri binari della nostra pallacanestro. E in attacco servirà grande lettura perché loro qualcosa ci potranno concedere. All’andata fu una prova molto dura e abbiamo avuto un break positivo nel finale solo grazie a degli episodi. Ma quest’anno al di là delle top 3 fatico a ricordare un campionato così equilibrato rispetto al passato”.

Roberto Pinna

TAG:  Dinamo Women
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti