agenzia-garau-centotrentuno
Samantha Thomas in Villeneuve-Dinamo di Eurocup | Foto FIBA

Dinamo Women, Thomas: “Ora ci sono pressioni diverse, ma non vogliamo fermarci”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

In vista del prossimo impegno di campionato in trasferta contro Sesto San Giovanni, in conferenza stampa è intervenuta la giocatrice della Dinamo Women Sam Thomas. Queste le parole della cestista biancoblù in vista del prossimo impegno di LBF.

Sulla sfida contro Sesto San Giovanni

“Sarà una grande sfida, sono veramente emozionata. Ora sappiamo che dopo tutte queste vittorie la pressione è diversa, bisogna giocare sereni e sfruttando il nostro modo di giocare”.

Sul padre coach

“Mio padre verrà a vedere la partita, sono super felice. Sarà la prima volta che verrà a vedermi qua in Italia e poi si fermerà per vedere la prossima sfida in casa a Sassari. A fine partita verrà sicuramente con il taccuino per darmi tutte le indicazioni, ho già preparato le cuffiette come faccio sempre per non ascoltarlo (ride n.d.r.)”.

Sugli episodi di razzismo a Lucca

“Per fortuna non si è fatto male nessuno e non è successo nulla. Quando si sono scontrate Holmes con Bocchetti dopo si è scatenato un parapiglia con un tifoso che è entrato in campo e ha applaudito in maniera polemica, poi non so sinceramente cosa abbia detto perché non ho capito, però l’importante è che tutto sia filato per il meglio”.

Mentalità

“Siamo andate sotto nel terzo quarto pesantemente contro Lucca, si sentiva la pressione sulle nostre spalle. Abbiamo cominciato dalle piccole cose ascoltando i consigli del coach, nell’ultimo parziale abbiamo giocato veramente da Dinamo Sassari e alla fine abbiamo vinto”.

La voglia di giocare

“Questo è il mio modo di essere, gioco con gioia, non mi metto pressione. L’importante è fare le piccole cose ma che possano essere d’aiuto con il giusto piglio. Io gioco sempre con il sorriso”.

Step di crescita

“La continuità è quella che serve in tutte le cose, non bisogna giocare un grande ultimo o terzo quarto. Dobbiamo essere sempre sul pezzo. Mi piacerebbe vincere una gara con più tranquillità senza essere sempre con l’acqua alla gola ottenendo vittorie punto a punto”.

Sul bilancio personale 

“Adesso ho raggiunto una zona di confort. All’inizio il fuso orario, il nuovo cibo, la lontananza di casa si è fatta sentire. A Phoenix si giocava un basket diverso, pian piano con il prosieguo della stagione ho trovato la massima tranquillità”.

Andrea Olmeo

TAG:  Dinamo Women
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti