agenzia-garau-centotrentuno
L'attaccante Fabrizio Roberti | Foto di Alessandro Sanna

Latte Dolce, Roberti: “Ora siamo consapevoli e convinti”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Fabrizio Roberti ha dato il via alla rimonta del Sassari Latte Dolce nella partita contro l’Afragolese: il suo gol, seguito da quello di Dudu Kone, ha permesso ai ragazzi di Stefano Udassi di ottenere la seconda vittoria consecutiva.

La continuità dei risultati è l’obiettivo primario, come sottolineato dallo stesso attaccante ex Ostiamare in questa intervista: “Contro l’Afragolese è stata una gara difficile giocata contro una buona squadra. Ci serviva dare continuità ai risultati, e ci siamo riusciti. Questo secondo successo è servito a questo, ora bisogna continuare a marciare ancora meglio di come abbiamo fatto sino ad ora. Dopo lo svantaggio abbiamo pensato soltanto a riprenderla, abbiamo avuto la forza e la bravura di riacciuffare il risultato e di mettere in casa tre punti importanti. Il mio gol? Un recupero a centrocampo, Gigi Scotto mi ha dato una gran palla, ho stoppato e ho tirato: avevamo bisogno di  una reazione importante, e questa reazione l’abbiamo avuta. Quel che è più importante: l’abbiamo avuta tutti. L’esultanza per la rete della vittoria? L’esplosione di gioia per il 2-1 è figlia soprattutto dallo spirito del gruppo, dalla voglia del gruppo di vincere la partita e di ricominciare a vivere una settimana di lavoro carica e con il sorriso. Era tanta la voglia di vincere che avevamo, e che abbiamo. Adesso abbiamo più consapevolezza nelle nostre capacità: siamo un Sassari calcio Latte Dolce consapevole e convinto. Condizione che dobbiamo confermare e atteggiamento che, ovviamente, dobbiamo mantenere. Questo è un campionato molto equilibrato, ci sono squadre attrezzate che già mostrano di cosa sono capaci e altre che ancora non hanno espresso il miglior calcio che possono. Noi però non ci nascondiamo dietro a nulla, cercheremo di arrivare il più in alto possibile. La prossima a Nocera sarà difficile, campo tosto e società storica alle spalle. Dovremo continuava lavorare e impegnarci in allenamento, come del resto abbiamo sempre fatto del resto anche nel periodo di stop”. 

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti