agenzia-garau-centotrentuno

San Martino-Dinamo 78-73: le Women lottano, ma ai playoff vanno le lupe

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Scorrono i titoli di coda sulla stagione della Dinamo Sassari Women che sul campo di San Martino di Lupari non riesce a conquistare il pass per i playoff. Non basta una super Carangelo, autrice di 24 punti, per  allungare l’annata delle biancoblù che sul campo delle lupe escono sconfitte per 78-73.

Cronaca

Ritmi alti fin dai primi minuti in occasione della gara da dentro fuori tra San Martino di Lupari e Dinamo. Le padrone di casa approcciano bene, realizzando subito un parziale di 5-0 grazie alla bomba di Conte e all’appoggio di Arado. Sassari incassa e risponde prontamente per mano di Hollingshed con l’americana che apre le marcature biancoblù da oltre la linea dei 6,75. Raca dà man forte all’americana, con le ragazze di Restivo che mettono la testa avanti nel risultato dopo 4’ grazie alla tripla della propria numero 1(7-8). Non cala l’intensità al Palazzetto dello Sport, le giallonere rispondono all’acuto del Banco con un parziale di 4-0 targato Arado-Soule ma falliscono la possibilità dell’allungo con lo 0/2 dalla lunetta di Vente. Kaczmarczyk è più fredda e dai liberi fa 4/4, permettendo alle sarde di rimanere a contatto a 3’ dalla prima sirena (13-12). Sassari mette nuovamente la freccia con Carangelo, ma Vente con un gioco da tre e Turcinovic dal pitturato permettono a San Martino di andare all’intervallo sul +3 (18-15).

San Martino approccia bene di ritorno dall’intervallo e trascinata dai liberi e i canestri di Soule si porta sul + 7 in poco più di un minuto. Sassari però è viva, Crudo prima e Carangelo poi rispondono alla partenza delle padrone di casa realizzando un contro parziale di 5-0, toccando il -2 e costringendo coach Piazza a chiamare un time-out a 8’ dallo scadere (24-22). Non basta il minuto di pausa per bloccare l’inerzia delle ragazze di Restivo, Joens riporta subito in equilibrio il risultato con Carangelo che prima dall’arco e poi dalla lunetta manda sul +4 la Dinamo. Le biancoblù hanno le fiamme negli occhi, lottano a rimbalzo e sono precise sotto canestro con Crudo e Raca che allargano il gap dalle padrone di casa portandolo sul +8 a 4’ dall’intervallo lungo (26-34). Altro time-out chiamato dalla panchina veneta. Di ritorno dal minuto di pausa Carangelo tocca il +11 con una bomba, ma San Martino alza la testa e nel finale, grazie alla tripla di Vente e i canestri di Turcinovic, accorcia le distanze tornando negli spogliatoi sul -6 (34-40).

San Martino ritorna dall’intervallo lungo con un altro piglio. Soule e Conte si scatenano, caricandosi sulle spalle le compagne e, a suon di liberi, canestri e triple, permettono alle padrone di casa di portarsi sul +1 in meno di due minuti (45-44). Sassari, dopo alcuni attimi di assestamento, ritrova la retta via e agevolata dal doppio tecnico fischiato alle lupe riprende confidenza con il canestro. Joens, Kaczmarczyk e Raca, fanno muovere il tabellone delle biancoblù, ma dal canto suo San Martino ha maggiore ritmo rispetto al primo tempo e riesce a conservare il vantaggio sulle ragazze di Restivo, con l’1/2 dalla lunetta a 3’ dallo scadere di Arado che chiude una parte centrale di terzo parziale ad alta intensità (54-52). Botta e risposta tra le sarde e le venete che è durato per tutto il quarto, Carangelo da vero capitano nel momento in cui servono cuore e carattere, viene fuori in maniera importante e dalle sue mani arrivano i punti necessari per non far scappare le avversarie.

Le ragazze di Piazza non mollano la presa in avvio di ultimo quarto, Guarise e D’Alie permettono alle venete di affondare il piede sull’acceleratore con un parziale di 6-0 che costringe coach Restivo al time-out, dopo appena 2’, per dare la scossa alle sue giocatrici (64-56). Di ritorno dal minuto di pausa Sassari ha un piglio differente, Toffolo e Crudo si accendono e dalle loro mani arrivano 4 punti a testa che permettono al Banco di riportarsi sul -2 a 5’24’’ dalla sirena (66-64). San Martino stringe i denti e allunga nuovamente sul +7 grazie alla bomba di Turcinovic e il canestro di D’Alie, mentre la Dinamo fatica nel muovere il tabellone. Restivo manda dentro le prime linee per tentare il tutto per tutto e strappare la qualificazione ai playoff dalle mani delle lupe. Raca dalla lunetta fa 2/4, il gap a 2’ dalla sirena vede Sassari a 3 punti di distanza (71-68). Il finale si fa incandescente: bomba di Russo ripagata con la stessa moneta da Carangelo, ma D’Alie scoccato il 9’ realizza il +5. Time-out Dinamo a 40’’ dal termine (76-71). Dentro Joens e Togliani, fuori Toffolo e Crudo: palla in mano a Hollingshed che firma il -3. Mancano trenta secondi, contro time-out San Martino (76-73). Nel finale la palla per riaprire la gara viene recapitata all’indirizzo di Joens che dall’arco non fa centro. Sassari non riesce a qualificarsi per i playoff, San Martino batte Dinamo 78-73

Tabellino

San Martino di Lupari-Dinamo Sassari Women 78-73 (18-15; 34-40; 58-56)
(18-15; 16-25; 24-16; 20-17)

San Martino di Lupari: D’Alie 12, Guarise 4, Tau, Conte 16, Turcinovic 11, Soule 17, Pilatone, Russo 3, Arado 7, Diakhoumpa, Vente 8, Kostowicz.
Allenatore: G. Piazza

Dinamo Sassari Women: Raca 11, Carangelo 24, Toffolo 6, Crudo 8, Kaczmarczyk 9, Hollingshed 7, Joens 6, Spiga, Zoncu, Togliani 2.
Allenatore: A. Restivo

La Redazione

TAG:  Dinamo Women
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti