agenzia-garau-centotrentuno

Sassari-Brescia 81-63: cuore Dinamo, le Women calano il tris da playoff

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Decisa, grintosa e cinica, la Dinamo Women di Antonello Restivo fa la voce grossa su Brescia imponendosi per 81-63. Una gara approcciata bene e gestita meglio dalle biancoblù abili non solo nell’imporre il proprio ritmo, ma in particolare nel reagire al tentativo di reazione delle lombarde cambiando volto e mostrando i muscoli. Una Joens ingiocabile unita a una Toffolo in continua crescità permettono al Banco di conquistare 2 punti importanti in ottica playoff.

La cronaca

Difese protagoniste nei primi minuti della gara. Tassinari sblocca subito la retina con una bomba, ma Sassari è attenta. Le ragazze di Restivo chiudono con profitto gli spazi a una Brescia che fa girare tanto il pallone con le biancoblù che, trascinate da Joens e Hollingshed, si portano sul +4 dopo 3’ (7-3). Le ospiti in transizione fanno male in particolare con Garrick, ma le sassaresi tengono bene botta e rispondono con decisione. Carangelo si accende e dalle sue mani arriva il parziale di 5-0 che porta Sassari sul +6 costringendo coach Cesaro a chiamare il primo time-out della gara a 3’ dalla prima sirena (16-10). Di ritorno dal minuto di pausa Brescia ha le fiamme negli occhi, con Garrick e Tassinari che dall’arco fanno piovere bombe pesantissime che portano in equilibrio il risultato. Kaczmarczyk e Raca però rispondono presente, rispedendo al mittente il tentativo di reazione realizzando i punti che permettono alle sassaresi di andare all’intervallo sul +2 (20-18).

Brescia non molla la presa di ritorno dall’intervallo. A differenza delle ultime uscite Sassari con le rotazioni perde smalto in avvio di quarto, con le ospiti che ringraziano e ne approfittano. Louka fa la voce grossa, trascinandosi sulle spalle la squadra e realizzando il parziale di 6-0 che ha permesso alle lombarde di mettere la testa avanti nel risultato dopo 3’ (22-24). Restivo decide di correre ai ripari chiamando a rapporto le sue giocatrici per dare la scossa e prendere le contromisure all’ottimo avvio di Skoric e compagne. Il Banco risponde a dovere, Toffolo dall’arco è precisa: mandando un segnale importante alle avversarie e dando il La alla reazione delle biancoblù. La numero 8 ringhia su ogni pallone, lotta sotto canestro e trasforma recuperate in punti per la sua squadra. Joens dà seguito al gran lavoro della compagna, mettendo la firma su un parziale di 7-0 che fa volare la Dinamo sul +8 a 2’ dall’intervallo lungo (32-24). La Dinamo in chiusura di parziale non molla di un centimetro. Joens continua la sua marcia da rullo compressore, portandosi a quota 17 nel tabellino personale e trascinando le sue compagne sul +9 all’intervallo lungo (39-30).

Nuovo quarto ma stessa Dinamo. Aggressiva, cinica e compatta, la squadra di Restivo approccia bene di ritorno dagli spogliatoi. Joens apre le danze, Hollingshed e Kaczmarczyk danno seguito al canestro dell’americana, con Raca che risponde alla bomba di Tassinari realizzando il canestro del +9 a 6’ dalla terza sirena (47-38). Le decisioni arbitrali cambiano l’inerzia della gara, con il match che si trasforma in una vera e propria battaglia di nervi. Brescia trova terreno fertile per impostare la rimonta, il Palazzetto fa sentire la sua vicinanza alle biancoblù che, al -2 di Garrick, rispondono con la bomba di Kaczmarczyk che riporta sul + 5 Sassari a 4’ dal terzo intervallo (50-45). Il cambio di muta della Dinamo porta i frutti sperati, le giganti biancoblù mettono l’elmetto in testa e danno battaglia su ogni pallone. Di ritorno dal minuto di pausa chiamato da Restivo, così come accaduto nel secondo parziale, Toffolo risponde con una bomba dall’angolo. Kaczmarczyk in difesa fa valere la propria esperienza con Joens che dalla lunetta realizza un 2/2 che permette a Sassari di andare all’intervallo sul +10 (58-48).

Continua la marcia della Dinamo verso il successo di ritorno dal terzo intervallo. A prendersi la scena è Toffolo. Tanta lotta, corsa, assist pesanti e triple: tra le attrici principali delle Women in questa gara c’è sicuramente la numero 8 di Restivo. Dalle sue mani piovono punti importanti in avvio di quarto periodo che permettono a Sassari di mettere definitivamente in cassaforte la gara. Serve l’assist per la tripla di Crudo, poi dopo il time-out chiamato da Brescia, fa scorrere i titoli di coda con la bomba del +15 a 5’ dallo scadere (70-55). Da quel momento è gestione e controllo della Dinamo, con le biancoblù che giocano con il cronometro nei possessi e si chiudono ermeticamente in difesa. Brescia prova comunque la reazione, ma la voglia e il carattere delle sassaresi fa la differenza. Sassari batte Brixia 81-63 e conquista due punti pesantissimi in ottica  playoff.

TABELLINO

Dinamo Sassari Women-Brixia Brescia 81-63 (20-18; 39-30; 58-48)
(20-18; 19-12; 19-18; 23-15)

Dinamo Sassari Women: Raca 9, Carangelo 13, Toffolo 9, Crudo 5, Kaczmarczyk 12, Hollingshed 6, Joens 25, Spiga, Zoncu, Togliani 2.
Allenatore: Antonello Restivo

Brixia Brescia: Bordiga, Landi 5, Zanardi 7, Tomasoni, Pinardi, Louka 16, Boothe 1, Garrick 22, Skoric 3, Tassinari 9.
Allenatore: Salvatore Cesaro

Andrea Olmeo

TAG:  Dinamo Women
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti