Giacomo Devecchi | Foto Luigi Canu

LE PAGELLE | Jack Devecchi da leggenda nel capolavoro di Pozzecco

Contro i campioni del mondo FIBA la Dinamo Sassari ha sfornato una prestazione che resterà a lungo nel cuore dei tifosi. Nella prima parte di gara gli avversari del Tenerife sembravano di un altro livello, nel secondo tempo sono stati annientati. Devecchi da leggenda, Burnell un leader sempre più affidabile.

Spissu 7,5: stravince la sfida con Huertas, che esce sconsolato dopo un doppio tecnico. Nel primo quarto soffre tremendamente Fitipaldo, che infila 14 punti di fila senza errori. Nella seconda parte della gara si riscatta con quattro triple, e tiene il campo per ben 39’. Chiude con 14 punti e 14 assist.

Devecchi 9: Monumentale. Nella prima metà di gara i sassaresi si aggrappano alle sue triple: 4/4. La stoppata su Huertas è da leggenda. Il Capitano si ricorderà per sempre questa partita: 35 minuti in campo e14 punti.

Burnell 8: il migliore nella gestione dei contropiede e nel mettere la palla in aria, nel secondo tempo deve fare il playmaker per dare una mano a Spissu. Uccide la partita con quattro punti di fila che portano la Dinamo a più 20. Un uomo a tutto campo.

Bendzius 6,5: Oggi non è continuo in attacco, ma la sostanza c’è: 12 punti con due triple.

Bilan 7,5: In difficoltà contro i lunghi avversari a inizio partita, è lui a suonare la carica nel terzo quarto.

Tillman 7: In difficoltà nella prima metà di gara, falloso e impreciso sia al tiro che in ricezione. Poi partecipa alla lotta e incassa un bottino di 21 punti.

Pusica s.v.: Quanta sfortuna. Appena 5’ in campo, prima che il ginocchio ceda mentre attacca il canestro. L’ultima sventura di cui la Dinamo non sentiva certo il bisogno, tenendo conto dell’assenza prolungata di Gentile e di quella temporanea di Kruslin.

Gandini 5: appena 4 minuti in campo, con solo falli e errori.

All. Pozzecco 8: All’uscita dal tunnel confeziona un terzo quarto da favola: dalla difesa a zona alle responsabilità date a Burnell. Con il Poz, difficilmente, uno dei suoi giocatori può incappare in una giornata completamente storta senza riscattarsi in un’altra fase della partita.

Nicola Accardo

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti