LE PAGELLE | Pavoletti leone, due rossi ingenui

I nostri giudizi dopo il match esterno del Cagliari di Rolando Maran a Torino.

Cragno 6,5 – Una sicurezza. Una parata decisiva dopo soli 8 minuti su Baselli. Incolpevole sul gol e nel recupero salva ancora la sua porta, ma il voto risente di qualche uscita a vuoto, fortunatamente per lui senza conseguenze. 

Padoin 5,5 – Il factotum del Cagliari torna titolare, questa volta preferito a Srna sulla corsia di destra. Il suo, come sempre, lo fa anche se dalla sua parte il Toro fa male.

Klavan 6,5 – Al rientro da titolare dopo tanto tempo fa pesare fisico ed esperienza. Un recupero importante per la parte finale della stagione.

Pisacane 5,5 – Parte bene e concentrato, segue Klavan e chiude quando deve. Nel secondo tempo meno preciso e falloso, chiudendo in affanno.

Pellegrini 5,5 – Parte come sa, spingendo come un ossesso e crossando di continuo. Pecca di ingenuità in due casi: nell’episodio dubbio in area (e gli va bene), poi nell’usare troppa irruenza che lo porta al doppio giallo.

Ionita 6 – Fisicamente è in una forma strepitosa e dopo 10 minuti solo la traversa gli nega la gioia del gol. Nel secondo tempo è meno brillante, ma in una partita fisica lui c’è (dal 72’ Birsa 6 – Si mette a disposizione della squadra).

Cigarini 6,5 – Continua il buon momento del centrocampista emiliano, che ha trovato l’equilibrio con i compagni di reparto. Gioca da fermo, ma il piede c’e’ e sull’assist del gol si vede.

Faragò 5 – Soffre Ansaldi che parte scatenato sulla fascia e, in generale, non riesce a dare il suo contributo.

Barella 6 – Pronti, via e già cartellino giallo. Quando le squadre si allungano, in contropiede spacca ancor di più le squadre. Oggi, però, meno preciso del solito, con luci e ombre. Lotta sempre e non si arrende mai, ma nel recupero arriva un ingenuo secondo giallo. Mezzo voto in meno per questo. 

Joao Pedro 5,5 – Oggi il brasiliano era in una delle sue giornate anonime. Latita in campo e nelle conclusioni, giustamente sostituito, abulico (dal 65’ Cerri 6 – Entra e prova a dare il suo, soprattutto dal piano fisico.

Pavoletti 7 – Ha un cliente scomodo come N’Koulou dalle sue parti. A livello fisico un vero scontro tra titani, da Premier League. Arriva sull’unico vero pallone giocabile, segnando il suo dodicesimo gol (nono di testa) in campionato. Combattente vero (dal 83’ Lykogiannis sv).

All. Rolando Maran 6 – Sceglie Klavan al centro della difesa e Padoin a destra, confermando per il resto il Cagliari delle ultime domeniche. Nel primo tempo fa la gara che ci si aspetta: nella ripresa, dopo il gol subito, inserisce Cerri per provare a recuperare. Favorito dall’ingenuità di Zaza, riesce nel suo intento di fare punti in trasferta.

Andrea Ferrari

Sponsorizzati