agenzia-garau-centotrentuno

Paolo Marcacci: Villeneuve, la leggenda di un immortale

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

In occasione della tappa italiana di Formula 1, con il Gran Premio dell’Emilia Romagna a Imola, proponiamo la nostra recensione del libro scritto dal giornalista Paolo Marcacci sulla vita del pilota canadese, morto alla guida della sua Ferrari a Zolder l’8 maggio 1982, da poco uscito in ristampa.

Si legge tutta di un fiato la storia di Gilles Villeneuve, quasi ad aspettarsi un epilogo diverso. Ma la fine è tragica, come per ogni eroe romantico. La figura che l’Autore traccia del pilota canadese è proprio questa, un cavaliere dalla scintillante armatura, dotato di un cristallino talento che gli ha permesso di farsi strada, malgrado gli scarsissimi mezzi, in un ambiente elitario e privilegiato come quello della Formula 1 degli anni Settanta. Un ragazzo minuto, quasi impacciato, leale e dai saldi principi che in pista si trasformava dominando la velocità a tal punto che i suoi virtuosismi riuscivano a mandare in delirio il pubblico e lo stesso Enzo Ferrari che in lui aveva scommesso fin da subito.

Un capitolo a parte è dedicato proprio al Drake, al rapporto quasi paterno che aveva instaurato con il piccolo canadese. Tra aneddoti di un mondo che non esiste più e descrizioni tecniche che aiutano la comprensione senza mai diventare pedanti, si snoda una narrazione veloce e piacevolissima. Consigliatissimo anche ai non amanti dei motori.

Francesca Mura

TAG:  Altri Sport
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti