agenzia-garau-centotrentuno
Stefano Gentile durante Dinamo Sassari-Pesaro | Foto Luigi Canu

Dinamo Sassari, Gentile: “Con Tortona serve intensità, non fermiamoci adesso”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
playoff

In vista del prossimo impegno casalingo di LBA contro Tortona, in conferenza stampa è intervenuto il giocatore della Dinamo Sassari Stefano Gentile per presentare il match che dovranno affrontare i biancoblù domenica 26 marzo alle ore 19.30. Di seguito le parole del classe ’89 dei sassaresi.

Sulla gara

Sappiamo benissimo che da ora fino al termine stagione ogni partita sarà importante, Tortona è terza, è una squadra molto pericolosa. Dobbiamo ricaricare le pile dopo la bella prestazione fatta contro Varese per arrivare concentrati alla prossima sfida. Nella sfida di Supercoppa è finita all’ultimo tiro, quando siamo andati da loro invece è stata una situazione particolare contro di noi hanno avuto sempre degli assenti. Non dobbiamo pensare alle sfide passate ma solamente a quella che dovremo affrontare. Tortona gioca in maniera organizzata ha un grande tecnico, non dobbiamo abbassare la concentrazione. Io mi aspetto che adotteranno delle scelte tattiche ben precise, dovremmo essere bravi ad adattarci e capirle. Sarà importante imporre il nostro gioco, se facciamo così ce la possiamo giocare fino alla fine. Ci metterà in difficoltà perché è una squadra che non molla mai, rimane sempre sull’attenti per aggredire l’avversario. Non possiamo concederci un minuto di relax“.

Mentalità

In questo momento riusciamo ad avere più protagonisti in partite diverse, questo è frutto anche delle caratteristiche degli avversari. Contro Venezia abbiamo avuto percentuali da due molto alte, mentre in altre gare la nostra forza era la soluzione dall’arco. Quello che ci accomuna è la voglia di vincere, è la costante ricerca di quel fattore che ti permetta di svoltare. Se a inizio stagione in alcune situazioni di difficoltà diventavamo nervosi ora, come visto contro Scafati, riusciamo a reagire con la giusta mentalità“.

Sulla condizione fisica di Gentile

“Io a inizio stagione mi sentivo molto bene, poi ho avuto degli episodi di tonsillite che mi hanno debilitato, ho faticato ad allenarmi e a giocare. Alla fine ho capito che questa situazione era frutto dei troppi antibiotici. Ho avuto dei valori del sangue molto bassi e in due tre settimane ho recuperato. Sono sempre stato consapevole del fatto che come la condizione sarebbe migliorata avrei potuto dare il mio contributo. Ancora posso crescere, mi sto conservando un po’ di energie per il rush finale“.

Sul superamento del record dei 2500 punti messi a segno

Questo era un traguardo che non sapevo di essere in procinto di superare, a Scafati un giornalista me lo ha fatto notare. Durante la gara non ci stavo pensando, superare questo record mi ha fatto capire che gli anni passano, sono contento di essere entrato in questo piccolo club della pallacanestro italiana“.

Andrea Olmeo

 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti