AD10S Diego: Maradona a Cagliari, il ricordo di Nando Mura

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Si è spento a 60 anni il 10 per eccellenza, Diego Armando Maradona; l’omaggio di Nando Mura al Diez.

Ce lo siamo goduti due volte. Molto da vicino: un’emozione ancora forte. Da suoi ammiratori più che da cronisti. Ricordi indimenticabili: averci scambiato due parole, averlo visto negli occhi in un’epoca in cui non c’erano le inamidate conferenze stampa di oggi ma i giornalisti entravano quasi negli spogliatoi delle squadre.

La mente, adesso, torna a oltre trent’anni fa, al 1987 e al 1989, quando Diego Armando Maradona aveva giocato al Sant’Elia due match passati alla storia del calcio sardo: la prima con la maglia del Napoli (una semifinale di Coppa Italia), la seconda un test-match fra Italia e Argentina, tappa di avvicinamento verso Italia ’90. Maradona era nel pieno della sua esagerata fama e della sua smisurata gloria. Cagliari, in quei giorni, si era fermata: tutti a caccia (in aeroporto come in albergo) di Dieguito, per rubargli uno sguardo o un saluto, nulla di più. Era stato inavvicinabile. Anche negli spogliatoi del Sant’Elia. Il match di Coppa l’aveva deciso proprio lui, segnando il gol partita (0-1). Resta il ricordo di Pecoraro Scanio, il centrocampista rossoblù che aveva avuto l’incarico, da Gustavo Giagnoni, di marcarlo. Era un Cagliari molto triste: stava scivolando in Serie C ma proprio la Coppa Italia aveva contribuito ad addolcire quel boccone amaro e, soprattutto, l’incasso record di Cagliari-Napoli aveva permesso di pagare gli stipendi ai giocatori per evitare che mettessero in mora la società.

Altrettanto festosa la partita Italia-Argentina: era finita, salomonicamente, a reti inviolate. Era stato un regalo di Gigi Riva: fresco team manager della Nazionale aveva chiesto e ottenuto di riportare l’Italia a Cagliari, assente dai tempi in cui, dopo Messico 70, gli azzurri erano stati bersagliati dai tifosi rossoblù con un fitto lancio di arance perché il ct Valcareggi non aveva convocato per quell’incontro amichevole (poi perso con la Spagna) nessun giocatore del Cagliari. Nel 1989 il Cagliari aveva iniziato la galoppata verso la Serie A e quella visita di Maradona invitato da Riva ci aveva fatto restituito la dignità perduta.

Nando Mura

TAG:  Attualità
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti