agenzia-garau-centotrentuno
Lancioni, giocatore del Budoni | Foto Davide Ungredda

Budoni, Fois: “Retrocessione figlia degli errori, dovevamo richiamare prima Cerbone”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino

Il presidente del Budoni, Filippo Fois, è intervenuto ai nostri microfoni dopo il pareggio esterno per 1-1 contro il Cassino, che ha sancito la retrocessione matematica dei galluresi in Eccellenza con un turno d’anticipo dopo la trentatreesima giornata del girone G di Serie D. Queste le sue dichiarazioni.

Sulla gara

“Abbiamo visto che loro dietro peccavano e facevano degli errori. L’ingresso di Lancioni dall’inizio del secondo tempo ha tagliato loro un po’ le gambe e quindi siamo saliti di ritmo. Abbiamo fatto la nostra partita alla grande facendo una bella prestazione”.

Sulla stagione

“Ci sono stati degli errori arbitrali e calci di rigore non concessi soprattutto nelle partite casalinghe. Di errori, purtroppo, ne abbiamo fatti anche noi nell’arco del campionato e quindi è giusto che sia andata a finire così con la retrocessione. Purtroppo non potevamo aspettarci di meglio anche perché gli errori che abbiamo fatto li abbiamo pagati a caro prezzo, e parlo soprattutto dell’esonero di Cerbone salvo poi richiamarlo dopo. Diciamo che potevamo richiamare Cerbone prima”.

Sulla sfida contro l’Anzio

“Contro l’Anzio ce la giocheremo come abbiamo fatto contro la Boreale. È vero, in quella gara abbiamo perso però li abbiamo presi a pallonate, sbagliando tante chiare occasioni da gol. Oggi contro il Cassino abbiamo giocato bene, siamo riusciti a contenerli nel primo tempo per poi uscire alla grande nella ripresa. Domenica ci aspetterà l’Anzio e per loro non sarà affatto una passeggiata vincere da noi nonostante siamo già retrocessi”.

Fabio Loi

TAG:  Budoni Serie D
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti