Calciomercato, il borsino rossoblù

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dalla situazione Barella alla possibile partenza di Sau e Farias, il borsino dei trasferimenti rossoblù.

Mancano quindici giorni alla fine del calciomercato invernale e in casa Cagliari ci si affanna per arrivare alle fatidiche ore 20 del 31 gennaio con la consapevolezza di essersi mossi al meglio, senza rischiare di ripetere quanto accaduto lo scorso anno. Tutto o quasi ruota intorno alla situazione di Nicolò Barella, sempre più vicino alla permanenza in Sardegna fino a giugno ma, allo stesso tempo, anche alla partenza in estate. Le squadre interessate sono sempre le stesse: Napoli, Inter, Chelsea – che però sta chiudendo per l’argentino Paredes dallo Zenit di San Pietroburgo – e, novità degli ultimi giorni, il ritorno della Roma (che, oltre a 45 milioni dilazionati in quattro anni, avrebbe offerto i cartellini dei due baby Celar e Riccardi, con diritto di riacquisto). Calciatore e famiglia non vorrebbero lasciare l’isola adesso, ma soltanto a fine stagione. Da Napoli arrivano sempre più conferme di una stretta finale del club partenopeo, ipotesi che però non riscuote particolare entusiasmo nell’entourage di Barella.

La permanenza del gioiellino classe ’97 potrebbe però non precludere l’arrivo di Nahitan Nandez, che il tecnico del Boca Juniors, Gustavo Alfaro, ha escluso dall’elenco dei convocati per la gara amichevole del Torneo de Verano contro l’Union Santa Fe. Il futuro al Boca dell’uruguaiano è sempre più in bilico, con il club xeneixe che non vuole fare sconti al Cagliari, chiamato a un investimento pesante per portare la mezzala ex Penarol in Sardegna. Sul fronte regia, tolto l’intoccabile Bradaric, è fortemente in dubbio la posizione di Cigarini, in scadenza e appetito da mezza Serie A. Il suo agente, Giovanni Bia, a Rmc Sport non ha escluso la partenza del regista ex Atalanta, deludente nel match di Coppa Italia contro il suo ex club, con le squadre emiliane interessate (Spal e Bologna). Per la sua sostituzione uno dei nomi in ballo è quello dell’uruguagio Gaston Brugman, 26 anni, in forza al Pescara. Le voci di un suo possibile approdo a Cagliari arrivano soprattutto dall’Abruzzo, ma tutto è ancora in forse.

In avanti, dopo l’arrivo di Valter Birsa, in casa rossoblù ci si interroga sul futuro delle seconde punte, Sau e Farias. Per Pattolino è forte l’interesse del Brescia, dove eventualmente raggiungerebbe l’amico Dessena e, soprattutto, il duo Cellino-Marroccu. Contratto in scadenza tra poco più di cinque mesi, il trentunenne di Tonara vive da tempo una fase delicata della sua carriera e la sfida rappresentata dalle Rondinelle potrebbe essere intrigante per una rinascita. In uscita anche il brasiliano, mai convincente nell’ultimo anno: due gol in questo campionato, alle ultime settimane di attesa di poter prendere la cittadinanza italiana, Farias è stato avvicinato a Sassuolo (dove ha già militato nel 2013-14) e Bologna, ma ben poco si è mosso finora.

Infine la posizione di Peluso (Sassuolo), primo nome sulla lista rossoblù per il posto di terzino sinistro: la volontà del calciatore è quella di arrivare in Sardegna, per avvicinarsi alla famiglia della moglie (originaria di Alghero), però si registrano rallentamenti nella trattativa. Così come per il ritorno di Deiola da Parma, anche se in questo caso manca davvero solo l’ufficialità.

Francesco Aresu